Cauzuni Rofranesi – Ricetta della tradizione

Natale è alle porte, e a casa mia iniziano le prove tecniche per il pranzo di Natale! Qualche giorno fa vi ho postato quello che probabilmente farà capolino tra gli antipasti… oggi vi posto il re indiscusso di tutte le tavole addobbate a festa (ma non solo a dire il vero!) di Rofrano:

Il piatto di CAUZUNI ROFRANESI!

Questo piatto è stato tra i primi post che ho pubblicato sul blog ormai un secolo fa… ne ho impastata di pasta da quella volta! E, sono felice di costatare che un pò sono migliorata! 🙂

Nella ricetta che vi avevo proposto allora c’erano diverse varianti… in effetti non avrei dovuto chiamarli Cauzuni…. mi perdoneranno i miei compaesani! E così, stavolta ho ricercato la ricetta originale e l’ho preparata cosi come mi hanno spiegato direttamente i rofranesi! (ringrazio per il supporto il gruppo di Tele-Rofrano)

In questo post indico le dosi per 500 g di farina, sufficienti per 4 persone.

Cauzuni rofranesi
  • Difficoltà:Bassa
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

Pasta fresca

  • 500 g Farina
  • 2 Uova
  • q.b. Acqua (uova e acqua dovranno pesare 250 g)
  • 1 pizzico Sale

Ripieno

  • 500 g ricotta (ideale sarebbe quella di pecora, ma anche la vaccina va bene)
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 1 uovo
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

  1. Per prima cosa preparare la pasta.

    Io ho usato la planetaria questa volta, ma, non mi stancherò mai di dirlo, va bene qualsiasi robot o anche a mano! (Vi confesso che l’impasto a mano e anche la sfogliatura successiva li faccio quando sono “stressata”… mi rilassano!)

  2. Versare la farina e il sale nell’ impastatrice e avviare il gancio. Pesare l’acqua e le uova (a temperatura ambiente) e sbatterli leggermente con una forchetta. Aggiungere a filo alla farina continuando ad impastare per qualche minuto. Quando sarà formata la palla e la ciotola sarà perfettamente pulita allora l’impasto è pronto. Metterlo da parte e coprirlo con un canovaccio.

  3. Preparare quindi il ripieno.

    Mettere la ricotta (ben sgocciolata) in una ciotola e romperla con la forchetta, unire l’uovo e il sale e amalgamare bene. Infine aggiungere un mazzetto di prezzemolo tagliato finemente al coltello e mescolare.

  4. Cauzuni rofranesi

    Con l’aiuto di una sfogliatrice tiriamo la pasta in una sfoglia sottile (ma anche non troppo… io la preferisco un po’ consistente!) e, aiutandoci con una sac à poche distribuire tanti mucchietti di ripieno. Ripiegare la sfoglia e sigillare. Con una rotella ritagliare la pasta in eccesso e ripassare i bordi con i rebbi di una forchetta.

  5. Cauzuni rofranesi

    Qui si apre un mondo di ricordi!

    C’è chi preferisce i cauzuni rofranesi belli ripieni e cicciosi con pochissima pasta intorno, chi invece (come me) li ama follemente con tanta pasta avanzata intorno (in dialetto sono le pittule). Quando eravamo piccoli a casa era sempre una gara a chi prendeva quello con le pittule più larghe! 😀

     

  6. Cauzuni rofranesi

    Cuocere i cauzuni Rofranesi in abbondante acqua salata e, appena verranno a galla saranno pronti (testarne uno per sicurezza… dipende da quanto avrete fatto spessa la pasta… nel mio caso aspetto sempre un minuto prima di scolarli).

  7. Condire con un sugo semplice al basilico con una spolverata di formaggio (nel mio caso parmigiano). Ma stanno bene pure con un buon ragù… con burro e salvia… con sugo di verdure…. insomma, stanno bene con tutto! 🙂

  8. Cauzuni rofranesi

pasta fatta in casa

Informazioni su Lu.C.I.A. - tracucinaepc

Ciao! Io sono Lucia, Rofranese (SA) adottata Parmigiana con una grande passione per la cucina, soprattutto per la pasticceria... e con un occhio di riguardo all' home made. Nella mia cucina raramente (e in genere solo per provare) sono entrati piatti pronti (di quelli che tanto vanno di moda adesso...), io preferisco impiegare mezza giornata in cucina, ma preparare da sola qualsiasi cosa mio marito o io abbiamo voglia di provare! Come quella volta che, lui preso da un attacco improvviso di golosità mi ha chiesto se sapevo fare le piadine....... E la mia risposta è stata "Non le ho mai fatte, ma che ci vuole?" e nel giro di un' oretta eravamo a tavola a mangiare la mia prima piadina!!! :-) Ecco, questa sono io, non esistono sfide impossibili (almeno in cucina)...

Precedente Albero di pan brioche bicolor - Ricetta Natalizia Successivo Albero di Natale... Brioscioso! ^__^

2 commenti su “Cauzuni Rofranesi – Ricetta della tradizione

Lascia un commento