Quanti modi di fare e di rifare i Tortelli di San Giovanni

 Quanti modi di fare e di rifare i Tortelli di San Giovanni

LA NOSTRA CUOCHINA
Woooowwwwww!
Questo mese tocca a me ospitare le amiche cuochine nella mia cucina… e che bello!
Sono stata molto onorata quando la cuochina mi ha contattata per chiedermi se volevo presentare una mia ricetta… beh… un onore cosi grande non potevo certo non accettarlo! E cosi, oggi nella mia cucina, grazie alla splendida iniziativa dei Quanti modi di fare e di rifare delle due cuochine Anna e Ornella, mi ritrovo ad ospitare tante amiche provenienti da ogni angolo di Italia e alcune anche da molto lontano… fuori dall’ Italia, ma, grazie a questa iniziativa si sentono un pò più vicine!!!

Ma bando alle ciance… oggi nella mia cucina prepariamo i Tortelli di San Giovanni…. o, almeno, una mia personale interpretazione!!! (se andate a vedere il mio post vedrete che sono diversi da questi… hihihi… ).
Infatti, io da buona meridionale, adoro le paste fatte in casa… e le paste ripiene in particolar modo… quindi, l’amore tra me e questi tortelli è stato immediato!!! ^__^ Però, io non li faccio mai uguali all’ originale… ahahahah… mi piace variare il ripieno, li faccio volutamente con la pasta un pò più spessa e anche più grandi di quelli che si trovano in commercio… ma, che ci volete fare… io sono cosi! Spero solo che i miei amici Parmigiani mi perdoneranno… ahahhaha…
La pasta base è sempre la solita… ossia impastare insieme uova e farina (nella proporzione di 1:1, ossia, ogni 100 gr. di farina 1 uovo). Le uova devono essere a temperatura ambiente, media grandezza (se fossero troppo piccoli aggiungere un goccio di acqua!). Lavorare a lungo l’impasto finchè non risulterà bello elastico. Lasciarlo riposare per mezz’ ora avvolto in un sacchetto di plastica e messo in frigo.
Per preparare il ripieno, stavolta ho optato per quello di patate (che comunque è tra i tradizionali… anche se, io l’ho arricchito con mozzarella…):
  • 3 patate medie (peso di circa 400 gr)
  • 2 mozzarelle (200 gr tot)
  • 3 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano
  • un pizzico di noce moscata

Bollire le patate e dopo schiacciarle con lo schiaccia patate, tagliare la mozzarella a cubetti e lasciarla asciugare in uno scolapasta. Unire il tutto in una ciotola e amalgamare.

A questo punto, possiamo stendere la pasta (io preferisco farlo col mattarello… ma, nulla vieta di usare la macchinetta). Disporre il ripieno in mucchietti e richiudere. Fare attenzione che tutta l’aria esca (altrimenti in cottura si apriranno) e tagliare con la rotella dentellata.
Con queste dosi ne vengono per 3 persone.
Cuocere in abbondante acqua salata per pochi minuti, quindi, passarli in padella con burro e salvia… impiattare, spolverare di altro parmigiano… e… Buon appetito!!!

 

pasta fatta in casa

Informazioni su Lu.C.I.A. - tracucinaepc

Ciao! Io sono Lucia, Rofranese (SA) adottata Parmigiana con una grande passione per la cucina, soprattutto per la pasticceria... e con un occhio di riguardo all' home made. Nella mia cucina raramente (e in genere solo per provare) sono entrati piatti pronti (di quelli che tanto vanno di moda adesso...), io preferisco impiegare mezza giornata in cucina, ma preparare da sola qualsiasi cosa mio marito o io abbiamo voglia di provare! Come quella volta che, lui preso da un attacco improvviso di golosità mi ha chiesto se sapevo fare le piadine....... E la mia risposta è stata "Non le ho mai fatte, ma che ci vuole?" e nel giro di un' oretta eravamo a tavola a mangiare la mia prima piadina!!! :-) Ecco, questa sono io, non esistono sfide impossibili (almeno in cucina)...

Precedente la mia prima intervista ... su Magnacook! Successivo La Pimpa gioca a Baseball

28 commenti su “Quanti modi di fare e di rifare i Tortelli di San Giovanni

  1. Buongiorno cara Lucia e ben ritrovata!
    Anna e Ornella ringraziano di cuore per averci accolto con grande calore e simpatia nella tua meravigliosa cucina a preparare insieme gli squisiti Tortelli di San Giovanni, che oggi hanno imbandito la favolosa, allegra tavola della Cuochina!
    Ti aspettiamo il 6 di luglio per l’ultimo appuntamento, prima delle vacanze, con il pollo con i peperoni di Fr@!

    Un abbraccio
    La Cuochina

  2. Ciao, ti voglio ringraziare pubblicamente per questi buonissimi tortelli. Ho fatto molto di testa mia, ma senza i tuoi consigli non li avrei mai fatti. Questo per me è il significato di blog: condividere le ricette.
    Buon fine settimana

    • Wooowwwwww! Grazie! Che splendido messaggio… anche io ritengo che questo sia il significato di avere un blog pubblico… la condivisione prima di tutto! 🙂 Felicissima che ti siano piaciuti… ovviamente come ho fatto anche io stessa, hai fatto bene a personalizzarli! Bacissimi!

  3. ecco ora dovrò provare anche questo ripieno….ogni scusa è buona!!|!
    grazie mille per questa ricetta, tra l’altro san giovanni è anche il patrono della mia città Fabriano ma pensa in questa occasione non ci sono particolari preparazioni…da ora in poi ci saranno a casa mia i tortelli di Lucia

  4. Anche con il ripieno di patate deve essere ottimo. Grazie per l’ospitalità e per avermi fatto conoscere questi tortelli e la loro storia.

  5. Ciao Luvcia,
    Anche a me piace cambiare le ricette originali ed inserire ogni volta qualche cambiamento, improvvisare e dare il mio tocco personale….questo è il bello della cucina!!!
    Bellissima anche questa tua versione dei tortelli….vedrai che i parmigiani non te ne vorranno!!!

  6. ciao Lucia,
    ci siamo divertite moltissimo nella tua cucina e, noi che non avevamo
    ancora postato i tortelli di erbetta, siamo state felici di averlo fatto
    con tutte le cuochine dei Q.M.F.
    Molto buoni anche con le patate…BRAVA Lucia.
    Un bacio dalle 4 apine e al 6 luglio….andiamo a Roma!

  7. Grazie dell’ospitalità e degli input ottimali per svolgere il compito nel migliore dei modi…
    Pure questi sono ottimi! un bacione grande!

  8. Ciao Lucia! Grazie per questa buonissima ricetta che hai condiviso con noi! Ci sono piaciuti un sacco i tuoi tortelli, ero quasi certa che mio marito non li avrebbe trovati di suo gusto, siccome il ripieno era di formaggio ed erbe, ma li ha mangiati proprio tutti, non ne è rimasta una sola bricciola!
    Grazie per l’ ospitalità!
    Alla prossima!

    • Wooowwwwww sono davvero contenta di sapere che sono stati apprezzati anche da chi normalmente non mangia questi ingredienti! 🙂
      Grazie a te per averli provati e per essere stata in nostra compagnia!

  9. Ciao! grazie per averci ospitati nella tua cucina! mi ha fatto piacere fare questi tortelli perchè non li conoscevo, nn ne conoscevo le origini e adoro fare la pasta in casa, da provare con le patate 🙂

  10. Grazie Lucia di avermi insegnato questi belli e buoni tortelli e stato un piacere farli insieme a te !!!!!
    Proverò certamente anche questa versione !!!!
    A presto un abbraccio :-)))

  11. Ma quanto erano buoni i tuoi tortelli!!!! I miei ne hanno fatto man bassa!!!! Adesso li proveremo con il ripieno alle patate, ancora più golosi!!!! Complimenti fantastiche entrambe le versioni!!!!
    Grazie per la ricetta, ciao, a presto ….

Lascia un commento