Spaghetti alle vongole

Molti pensano che preparare un buon piatto di spaghetti alle vongole sia una cosa banale…non e’ cosi’ e lo dimostra il fatto che non tutti gli spaghetti alle vongole hanno lo stesso sapore e soprattutto cremosità!Il gusto dipende sia dalla varietà di vongole che si sceglie di cucinare sia dal modo in cui le stesse vengono cotte. La varietà più ricercata e apprezzata sono le vongole veraci ma secondo me la varietà più saporita è la vongola “lupino”  di piccole dimensioni .Per avere un buon piatto di spaghetti alle vongole sarebbe preferibile usare entrambe le varietà. Un’ altra cosa fondamentale è la pulizia delle vongole indispensabile affinché tutta la sabbia venga spurgata. Le vongole dopo l’acquisto vanno conservate in frigo in un panno umido già pulite per non più di un giorno. Ora vi spiego tutti i trucchetti per aver un ottimo piatto di pasta alle vongole!

Provate la mia buonissima Pasta alle vongole!

Ingredienti per 4 porzioni

1 kg vongole

360 g spaghetti grossi

6 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

2 spicchi di aglio

prezzemolo q.b

sale q.b

pepe in polvere q.b

Preparazione

Pulizia delle vongole

Se le vongole sono fresche, le valve restano ben serrate. Bisogna subito verificare che non ce ne sia qualcuna morta: il sapore ne rovinerebbe tutta la pietanza. Quindi cominciate a controllarle, una ad una, tenendole con delicatezza tra due dita e muovendole come per farle schioccare. Se qualcuna è morta le valve si aprono, rivelando il contenuto nauseabondo. Eliminate anche quelle rotte. La vongola è viva solo se il guscio è perfettamente intatto

La cosa ideale sarebbe avere un po’ di acqua di mare e far stare le vongole a bagno per farle spurgare. Se, come me, vivete in città e questo non vi è possibile, potete metterle in una capiente ciotola con circa 35 grammi di sale per ogni litro d’acqua. 

Fate attenzione al cloro perché le vongole non lo gradiscono: se ne avvertite l’odore dal rubinetto di casa, ricorrete all’acqua imbottigliata. Non dimenticate di coprire il recipiente e, se fa caldo, sistematelo nella parte bassa del frigorifero. L’ammollo dovrà durare un paio d’ore, con uno, massimo due risciacqui.

Le vongole non devono però toccare il fondo del recipiente: altrimenti la sabbia così come esce potrebbe rientrare. Per questo vi suggeriamo di tenerle in uno scolapasta inserito in una ciotola più grande, oppure di sollevarle mettendo un piattino da frutta capovolto sul fondo della ciotola, di modo che la sabbia finisca sotto, senza toccare le vongole.

C’è chi, durante la fase di ammollo, versa un cucchiaio di farina, che diventa nutrimento per le vongole, che tendono così ad aprirsi. In questo modo i residui di sabbia presenti all’interno usciranno immediatamente.

Dopo l’ammollo, scolatele e iniziate a controllarle una per una. Battetele leggermente su un foglio di carta da cucina, preferibilmente bianco: se qualche granellino di sabbia dovesse uscire, riuscirete a individuarlo facilmente, visto che è più scuro. In quel caso, eliminate la vongola. Certo, questa è un’operazione noiosa e lunga, ma indispensabile. Se anche una sola vongola è rimasta chiusa con della sabbia all’interno potrebbe rovinare l’intera cena. Magari se, come me, avete bambini in casa che amano aiutare la mamma in cucina, è un lavoro che potete fare insieme.

*****************************

Mettete le vongole in padella con mezzo bicchiere di acqua a fiamma moderata ; man mano che si aprono toglietele dal fuoco e riponetele in un altro contenitore.

Quelle che resteranno chiuse al termine della fase di cottura vanno buttate.

Filtrate il brodo di cottura e tenetelo da parte.

Eliminate alcune vongole dal guscio e tenetele da parte; altre lasciate con il guscio per guarnire la pasta.

Fate imbiondire l’aglio in padella con dell’olio extra vergine d’oliva.

Cuocete gli spaghetti e quando saranno molto al dente (almeno 3 minuti prima della cottura finale) trasferiteli nella padella con l’olio e l’aglio e continuate la cottura aggiungendo il brodo delle vongole e parte delle vongole sgusciate.

Continuate in modo tale che la pasta rilasci l’amido e si formi una crema densa e gustosa.

Aggiungete tutte le vongole e a cottura ultimata mantecate se lo gradire con del prezzemolo tritato finissimo e del pepe in polvere e servite!

Se necessario in fase di cottuta potete aggiungere  dell’ acqua di cottura della pasta.

****************************

Seguimi su facebook : https://www.facebook.com/CucinandoGustando

Seguimi anche su Pinterest

2 Risposte a “Spaghetti alle vongole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.