Jambalaya

Un caro collega ha fatto un viaggio in Louisiana, sud degli Stati Uniti, e al suo rientro mi ha parlato con entusiasmo di alcune specialità fra le quali  una in particolare : un piatto ricco, profumato, speziato e delizioso: la Jambalaya.

Le origini del nome sono incerte : si dice che potrebbe derivare dalla parola francese “jambon” che significa prosciutto e la parola dell’Africa occidentale “aya” che significa riso.
Il piatto però nulla ha a che fare con la Francia .La credenza comune è che durante la dominazione spagnola sullo stato della Louisiana, gli spagnoli abbiano introdotto la loro paella, adattandosi agli ingredienti locali e colorando il riso con pomodoro, invece dello zafferano. Con il tempo poi, e con l’influenza dei francesi, le spezie importate dall’Africa e dai Caraibi lo hanno trasformato nel piatto inconfondibile ed unico che è oggi diventando anche uno dei simboli della cucina Cajun.

Ci troviamo quindi di fronte ad un piatto di origine creola (spagnolo, nato in America), adottato e diventato con il tempo cajun (francese, nato in america).
Ci sono comunque un’infinità di ricette di jambalaya. In Louisiana,  si possono trovare tante ricette diverse: la Jambalaya si può fare con manzo, maiale, pollo, anatra, gamberi, ostriche, prosciutto, pesce in tutte le combinazioni possibili, gli unici fattori non varianti sono sicuramente i peperoni verdi, i pomodori, il sedano, le cipolle e il pepe di cayenna. La mia ricetta contiene gli ingredienti che mi ha indicato il mio collega viaggiatore…un successo di sapore!

Jambalaya

Ingredienti per la jambalaya (dosi per 4 persone)

350 g di gamberi sgusciati e puliti

300 g riso a chicco lungo (basmati)

2 grosse cipolle

40 g di sedano

100 g peperone verde

150 g carne di petto di pollo a piccoli cubetti

100 g salsiccia

100 g di pomodori pelati

500 ml di brodo bollente di pollo o vegetale

1 cucchiaino di timo tritato

1 cucchiaino di origano

1 spicchio di aglio

1/2 cucchiaino di peperoncino rosso in polvere tipo Cayenna

1 cucchiaino di paprika dolce

2 foglie di alloro

1 pizzico di pepe nero

4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

sale q.b

Preparazione

Preparate 500 ml di brodo di pollo o se le preferite vegetale. Tenete da parte.

Preparare il soffritto con l’olio la cipolla e il sedano tritati e l’aglio in camicia. Cuocere perc circa 5 minuti.

Aggiungere i peperoni tagliati a piccole strisce. Cuocere per altri 5 minuti.

Cospargere il pollo con un’abbondante cucchiaiata del misto di spezie.

Aggiungere il pollo e la salsiccia sbudellata al soffritto, far insaporire e poi versare i pomodori pelati e le foglie di alloro.

Aggiungere il sale e continuare la cottura.

Far prendere colore (circa 5 minuti), aggiungere il riso e poi versare tanto brodo fino a coprire, avendo cura di mescolare poco durante la cottura ma garantendo comunque abbastanza liquido per far cuocere bene il riso (controllare quindi ogni tanto ed eventualmente aggiungerne).

La cottura durerà circa 20 minuti. Aggiungere altro brodo in cottura se necessario. Quando il brodo sarà stato assorbito e il riso cotto aggiungere i gamberi sgusciati e lasciarli cuocere pochi minuti.

Togliere dal fuoco, aggiungere del prezzemolo fresco tritato e se lo desiderate del peperoncino.

***************************

Seguimi su facebook : https://www.facebook.com/CucinandoGustando

Seguimi anche su Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.