Genovesi di Erice

Fra i primi posti che ho visitato quando mi sono trasferita in Sicilia, nel lontano Agosto del 2004, è stata la bellissima cittadina di Erice di circa mille abitanti posta sull’omonimo Monte Erice a 750 m di altezza.

Antica città fenicia e greca, coronata da un altopiano di forma triangolare a terrazza sul mare dalla quale è possibile guardare dall’alto Trapani e la bellissima spiaggia di San Vito Lo Capo.

Difesa da bastioni e mura, la città è un labirinto di stradine acciottolate e di varchi così stretti da permettere il passaggio di un solo uomo. Le case, serrate le une alle altre, hanno graziosi e curati cortili interni, difesi e protetti dalla vista dei passanti in modo che la vita familiare si svolga nella più completa intimità.

Fra queste case sorgono diversi laboratori di pasticceria; fra tutti mi è stato indicato quello della signora Maria Grammatico dove è possibile gustare dei dolci meravigliosi ed in particolare le Genovesi di Erice biscotti di pasta frolla ripieni di crema gialla o di ricotta che devono essere gustati possibilmente caldi . Non ho mai dimenticato quel sapore così delicato e quel profumo così piacevole e per questo motivo ho cercato di avere la ricetta originale. Mi sono imbattuta nel bellissimo blog Trattoria da Martina nel quale ho trovato la ricetta di Maria Grammatcio , quella che da tempo cercavo e subito mi sono messa a lavoro! Dal post di Martina ho avuto il piacere di leggere la storia dell signora Maria, la sua gioventà in un convento e l’arte della pasticceria appresa in quegli anni. Se cercate in rete troverete diversi video di Maria Grammatico…se volete dateci un’occhiata!!! In fondo al post potete guardare il video di Maria Grammatico mentre prepara le buonissime Genovesi.

Genovesi di Erice

Ingredienti per la frolla:
per circa 20 genovesi di Erice diametro circa 7-8 cm

250 g di farina 00
100 g di zucchero
100 g di burro
2 tuorli
3 o 4 cucchiai circa  di acqua fredda

per la crema:
1 tuorlo
75 g di zucchero
250 g di latte
20 g di amido di mais (Maizena)
1 fetta di scorza di limone

zucchero a velo q.b

PREPARAZIONE

Come prima cosa preparate la crema per le genovesi che deve diventare ben fredda prima di usarla. Se volete potete prepararla il giorno prima e conservarla in frigo.

 Versate l’amido nel latte e scioglietelo completamente. Mettete tutto in una casseruola aggiungete la scorza di limone.

Montate il tuorlo con lo zucchero, unite al latte e cuocete a fuoco medio mescolando continuamente con una frusta senza far bollire fino ad ottenere un composto simile a una budino . Fate raffreddare completamente.

Lavorate la farina, lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto sabbioso strofinando il burro e gli altri ingredienti fra le mani. Unite poi i tuorli, uno alla volta e infine aggiungete un pò alla volta acqua fredda, in quantità necessaria a lavorare l’impasto e a renderlo liscio e omogeneo.

Lavorate la frolla velocemente per non scaldarla, poi formate una palla, copritela con la pellicola e riponetela in frigo per almeno 30 minuti.Se volete prepararla prima potete tenere la pasta in frigo anche per una giornata intera.

Prelevate la pasta frolla dal frigo. Staccatene un pezzo di circa 5 cm di diametro, lavoratelo brevemente tra le mani per ammorbidirlo, poi stendetelo su un piano leggermente infarinato con il matterello oppure fra due fogli di  carta forno, formando una sorta di ovale.

Su un lato dell’ovale, posizionate un cucchiaino abbondante circa di crema, poi ripiegate l’altro lembo di pasta sopra , premete attorno alla crema, come si fa per i ravioli e ritagliate con un cocca-pasta io ne ho usato uno di 7 cm di diametro, possibilmente festonato. Potete anche procedere così: dopo avere disteso la pasta frolla tagliatela con il coppa pasta riempite e richiudete con altra frolla.

Guardate il video in cui Maria stessa mostra come fare qui in fondo alla pagina

Disponete le genovesi su una teglia coperta di carta forno. Infornate in forno già caldo a 210° statico per 10-15 minuti. La pasta dovrà essere leggermente dorata ai bordi.

Cospargetele di abbondante zucchero a velo. Mangiate calde le buonissime Genovesi di Erice!

Seguimi su facebook : https://www.facebook.com/CucinandoGustando

Seguimi anche su Pinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.