Tagliata ai funghi porcini

La tagliata ai funghi porcini è un piatto che unisce il sapore unico dei porcini al sapore della carne saltata in padella, per ottenere il meglio da questa ricetta bisogna prestare accortezza nella cottura dei singoli ingredienti: il trucco sta nel diffondere il sapore dei porcini anche alla carne.

Se vi piacciono i porcini non vi potete perdere:

tagliata con funghi e insalata
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura8 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti per 2 persone

200 g controfiletto di manzo
200 g funghi porcini
1 cucchiaio burro
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. pepe
383,06 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 383,06 (Kcal)
  • Carboidrati 1,43 (g) di cui Zuccheri 1,66 (g)
  • Proteine 33,83 (g)
  • Grassi 26,87 (g) di cui saturi 9,90 (g)di cui insaturi 7,28 (g)
  • Fibre 2,63 (g)
  • Sodio 973,17 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Procedimento

Questa ricetta abbina la cottura dei funghi per insaporire il condimento che poi utilizzerai per cuocere la tagliata.

Per ottenere il massimo del gusto bisogna partire dalla cottura dei funghi porcini in padella. Disponi una noce di burro e scaldala a fiamma media e disponi i funghi porcini che hai precedentemente tagliato a strisce.

burro in padella

Aggiungi l’olio alla padella in cui stai scottando i funghi porcini che si devono dorare lentamente fino a rilasciare il loro profumo nel condimento. Quando i funghi sono abbrustoliti e croccanti toglili dalla padella e mettili da parte.

Rimetti la padella con il condimento e portala a temperatura su fiamma viva, quando avrà raggiunto la temperatura ideale non vi resta che aggiungere la carne e cuocerla.

Consiglio: è importante utilizzare una padella calda per sigillare la carne su tutti i lati, deve colorarsi e abbrustolirsi così da mantenere i succhi al suo interno. Cuocere la carne ad un temperatura troppo bassa la “bollirebbe” rendendola dura e poco succosa.

La carne deve essere a temperatura ambiente e non fredda di frigorifero, toglietela dal frigorifero 20-30 minuti prima della cottura.

tagliata in cottura

La cottura della tagliata deve essere veloce e non troppo prolungata, quando la carne è cotta e i liquidi di cottura assorbiti non ti resta che aggiungere i porcini e un filo di sale e saltare velocemente i due ingredienti perché si insaporiscano.

Consiglio: Per una cottura media di un controfiletto da 200 gr (circa 3-4 cm di altezza ) ci vogliono 3-4 minuti per lato.

Se volete una cottura al sangue bastano 2-3 minuti per lato.

Per una tagliata ben cotta seguite le indicazioni per la cottura mediatagliate a fette e saltatele in padella per 2 minuti.

tagliata di controfiletto

Trucco: per servire una tagliata ai funghi porcini perfetta, fatela riposare un paio di minuto avvolta nella carta stagnola così che i succhi si dispongano uniformemente nella carne e sia perfetta una volta tagliata.

alluminio per cottura carne

Taglia il controfiletto a fette e servila con i funghi porcini

La tua tagliata ai funghi porcini è pronta!

Tagliata ai funghi porcini e pomodorini

Consigli per l’impiattamento:

Disponi una base di insalata fresca e disponi sopra la carne e i porcini. Aggiungi un filo d’olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale e pepe.

Quale vino abbinare alla tagliata ai funghi porcini:

Ti consiglio di abbinare questo piatto ad un vino rosso dalle note terrose che si sposano a meraviglia con i porcini e che sia allo stesso tempo sontuoso e tannico così da esaltare la succulenza della carne. Ad esempio potete servire un Pinot Nero o un Sangiovese di Toscana.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento