Crea sito

Risotto alle fragole

Il risotto con le fragole non è un dolce ma un vero e proprio risotto con un suo gusto che vi consiglio di provare almeno una volta! Si tratta di una ricetta intramontabile che si presenta molto bene grazie al colore rosso vivo delle fragole.
Per questa ricetta potete utilizzare fragole o fragoline di bosco, l’importante che non siano coltivate ma che abbiamo sapore e profumo da rilasciare durante la cottura.

Risotto cremoso alle fragole
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura18 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
548,25 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 548,25 (Kcal)
  • Carboidrati 87,40 (g) di cui Zuccheri 9,37 (g)
  • Proteine 14,64 (g)
  • Grassi 14,22 (g) di cui saturi 0,99 (g)di cui insaturi 0,59 (g)
  • Fibre 3,55 (g)
  • Sodio 1.681,04 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 150 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 griso Carnaroli
  • 1scalogno
  • 160 gfragole
  • 2fragole (belle e intere per decorazione)
  • 1 lbrodo vegetale
  • 1/4 bicchierevino bianco secco
  • 1/2robiola
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Strumenti:

  • 1 Pentola
  • 1 Pentola ( da 3 lt di capacità)
  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello

Preparazione

Per realizzare questa risotto alle fragole utilizzeremo pochissimi ingredienti, il trucco sta nel bilanciamento dei sapori per ottenere un piatto fresco, con una nota dolce acida senza che sembri un dolce.
  1. ingredienti brodo vegetale

    Il mio segreto per un buon risotto con le fragole è il brodo, quando posso lo preparo sempre fresco a casa seguendo la ricetta che trovate qui. Come potete vedere non serve molto per un buon brodo se non un po’ di tempo per farlo bene, se invece siete di fretta potete utilizzare un dado vegetale o un brodo già fatto.

    Il brodo deve essere caldo, quindi lasciatelo sul fuoco mentre preparate il vostro risotto.

  2. soffritto con scalogno

    Tagliate lo scalogno (o la cipolla) a cubetti finissimi (leggi qui come fare) e mettetelo in una padella con due cucchiai di olio extra vergine d’oliva.

    La fiamma deve essere bassa, lo scalogno non deve bruciare ma soffriggere dolcemente per rilasciare il suo sapore nell’olio.

  3. Tostare il riso

    Quando lo scalogno è appassito e diventato quasi trasparente, è il momento di mettere in padella il riso per la tostatura. Potete evitare questo passaggio, ma vi consiglio di farlo perché richiede solo 3 minuti e vi garantirà un risotto più cremoso.

  4. Per la tostatura dovete avere cura di mescolare bene il riso con l’olio e lo scalogno e mescolarlo. Dovete solo scaldare il riso senza fargli prendere colore a temperatura medio alta. Io per controllare meglio il riso lo preparo sul fornello a gas più piccolo, in questo modo anche a fiamma alta non rischia di bruciare.

  5. Saprete che il riso è tostato quando mettendo la mano sopra (senza toccarlo) sentirete il calore che si propaga.

    A questo punto dovete sfumare il riso con il vino e mescolare il risotto in modo che ne assorba il sapore senza farlo evaporare. Bastano 20-30 secondi, appena il vino è evaporato è il momento di aggiungere il brodo!

  6. Il brodo deve essere aggiunto gradatamente, questo serve per rendere il risotto più buono e cremoso. Se non avete tempo o pazienza per aggiungere il brodo poco alla volta ecco un consiglio pratico: il rapporto riso brodo e 1 a 2, quindi per ogni tazza di riso dovrete mettere due tazze di brodo. Seguendo questa regola avrete aggiunto il giusto quantitativo e a fine cottura il vostro risotto sarà perfetto.

    Consiglio, se utilizzate come me una padella antiaderente non dovete mescolare continuamente il risotto, vi basterà mescolarlo di tanto in tanto se il brodo evapora troppo e il riso si raggruma.

  7. Risotto alle fragole

    Tagliate le fragole a cubetti, non devono essere troppo piccoli perché in cottura rilasciando acqua i cubetti diventeranno più piccoli. A metà della cottura riportata sulla confezione (dai 14 ai 18 minuti a seconda del tipo o della marca) aggiungetele.

  8. Trascorso il tempo di cottura il vostro risotto con le fragole è quasi pronto! Dovete toglierlo dal fuoco e farlo riposare per un paio di minuti, così il risotto si asciugherà ulteriormente rimanendo però cremoso

    Aggiungete la mezza robiola e mescolate il risotto in modo che si assorba completamente, potete sostituire la robiola con una noce di burro e un cucchiaio di panna… ma la ricetta è meno leggera.

  9. Il vostro risotto con le fragole è pronto!

  10. Risotto alle fragole, robiola e vino bianco

Consigli per l’impiattamento:

Per rendere il risotto con le fragole più bello decorate con una fragola:

-con un taglio a lamelle (fettine) semplice, basta tagliare la fragola a fettine e distribuirle a ventaglio sul piatto.

– per una presentazione ancora più impattante potete presentarlo con un taglio (tecnicamente coda di pavone) che vedete in foto. Per realizzare la coda di pavone basta creare nella fragola un triangolo piccolo e poi aumentare la grandezza ritagliamone altri fino ad arrivare a metà fragola, per un risultato migliore servono fragole grosse e sode.

Quale vino abbinare:

Il risotto alle fragole è un piatto che si sposa molto bene con le bollicine, io lo consiglio con un vino bianco frizzante secco come il Valdobiadene (magari millesimato). Per aumentare l’abbinamento potete usare lo stesso vino per sfumare il risotto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento