Ribollita Toscana

La ribollita è un classico della cucina toscana impara con semplici passaggi a preparare questa zuppa densa e saporita. La ribollita è il piatto del riciclo per definizione, come dice il nome stesso della ricetta nasce dalla cottura di una serie di avanzi utilizzati per altre ricette toscane.

La ribollita toscana, il risotto ai funghi porcini e la torta di mele sono forse le ricette autunnali più classiche della cucina italiana.

zuppa di pane ribollita
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
263,18 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 263,18 (Kcal)
  • Carboidrati 44,76 (g) di cui Zuccheri 5,34 (g)
  • Proteine 16,29 (g)
  • Grassi 3,11 (g) di cui saturi 0,52 (g)di cui insaturi 0,34 (g)
  • Fibre 12,71 (g)
  • Sodio 130,65 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 250 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gfagioli bianchi (cannellini) (secchi o in scatola)
  • 225 gcavolo nero
  • 1cipolla
  • 1 costasedano
  • 2pomodori San Marzano (maturi o pelati)
  • 1 mazzettoprezzemolo
  • Qualche fogliatimo
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero (macinato fresco)
  • q.b.peperoncino (opzionale)

Strumenti

  • 1 Pentola da 4 lt
  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Frullatore / Mixer

Preparazione

Esistono tantissime ricette per realizzare una buona ribollita toscana, ecco come mi piace prepararla
  1. Se utilizzate i cannellini secchi dovrete metterli in ammollo la sera prima per almeno 24 ore cambiando spesso l’acqua. Completato il “lavaggio” dovrete farli bollire in abbondante acqua fino a quando non saranno cotti, possono servire anche 1 ore e mezza.

    Se invece utilizzate i cannellini in barattolo scolateli bene per eliminare l’acqua in cui sono conservati, che risulterebbe pesante e poco digeribile.

  1. Mettete metà dei cannellini nel barattolo del mixer ad immersione a con dell’acqua create una vera e propria purea.

  1. In una pentola aggiungete un filo d’olio e soffriggete la cipolla, la carota e il sedano che avrete precedentemente tagliato a cubetti uniformi.

    Mentre il soffritto soffriggere dedicatevi alle erbe (timo, prezzemolo) che dovranno essere tagliati sottili e aggiunti alla pentola.

  1. Tagliate il pomodoro a cubetti, io odio la buccia e quindi preferisco sempre eliminala scottandoli in acqua bollente per 30 secondi dopo averli incisi in superficie.

  1. Tagliate il peperoncino al coltello se è fresco o rendetelo polvere se è essiccato.

    CONSIGLIO: Per un sapore meno piccante ma più pungente provate lo zenzero. Lo zenzero è molto fibroso e se non lo tritate bene potrebbe essere troppo presente quando degusterete la ribollita. grattugiatelo sottile estraendone il succo aiutandovi con due cucchiaio che serviranno per spremere lo zenzero della polpa.

  1. Aggiungete alla padella con il soffritto e le erbe il cavolo nero tagliato a listarelle e saltate per circa 10 minuti.

    Quando il cavolo è stufato aggiungete il pomodoro a cubetti, la purea di cannellini e acqua per coprire generosamente gli ingredienti. Fate cuocere a fiamma bassa per circa 60 minuti.

  1. A fine cottura assaggiate gli ultimi fagioli interi e aggiustate di sale e olio etra vergine, mettete da parte per il giorno dopo.

  1. Ci sono due scuole di pensiero che la ribollita sia con il pane sciapo toscano in cottura o che il pane sia alla base.

    Sono buone entrambe le versioni, vi consiglio di disporre il pane sciapo nella pentola, ricoprirlo con la zuppa e farlo riposare un giorno.

    Il giorno dopo rimettete sul fuoco e fate cuocere per altri 20-30 minuti così il pane sfaldato renderà la vostra zucca cremosa e densa.

Consigli per l’impiattamento:

disponete una fetta di pane toscano bruschettato nel piatto e cospargete generosamente con la ribollita che dovrà immergere il pane fino a farlo scomparire. Vi consiglio dei piatti fondi da zuppa molto eleganti per accentuale il contrasto di un piatto semplice presentato in modo elegante e ricercato.

Quale vino abbinare:

penso che la risposta sia scontata ma nel caso stiate cercando una conferma questa zuppa deve essere servita e degustata con un ottimo Chianti.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento