Crea sito

Red Velvet, torta di San Valentino

La red velvet è un dolce americano diventato da qualche anno il dolce di San Valentino per via del suo colore rosso come la passione e dalle decorazioni di colore bianco come la neve. Il sapore di questa torta è particolare grazie agli ingredienti utilizzati e alla tipica crema a base di formaggio (chiamata frosting) utilizzata per decorarla. Si prepara utilizzando un colorante per alimenti che dona il classico sapore rosso, al posto del lievito come avviene spesso nelle altre torte americane si utilizza il bicarbonato e l’aceto al posto del lievito per dolci.

Red Velvet

 

clock  

Tempo: 90 min.

tempo  

Porzioni: 2

difficolta  

Difficoltà: bassa

porzioni  

Costo: 2 euro persona

Ecco cosa vi serve:

  • 1 sbattitore
  • 1 frusta da pasticcere
  • 1 ciotola capiente
  • 1 leccarda
  • 1 stampo a cerniera da 18-20 cm
  • 1 pentolino 1-2 lt
  • 1 sacca da pasticcere
  • 1 bocchetta per decorare
  • 1 setaccio da farina
  • Cartaforno

Ingredienti  per 1 torta da 18-20 cm:

  • 175 gr di yogurt intero/ alla greca
  • 175 gr di zucchero
  • 175 gr di farina
  • 100 gr di burro
  • 2 uova
  • 10 gr di cacao in polvere
  • Colorante rosso (in base alle indicazioni del colorante)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Ingredienti  per la crema:

  • 200 gr di formaggio spalmabile (tipo Piladelphia)
  • 50 gr di burro
  • 100 gr di zucchero a velo

Quale vino abbinare: se servite la ricetta a fine pasto potete servire con un vino liquoroso, ad esempio con del Marsala o del Vin Santo. Se invece servite questo dolce a colazione vi suggerisco qualcosa di meno alcolico e più leggero come ad esempio un buon caffè o una spremuta.

Procedimento

In una ciotola capiente unite il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, mescolate bene i due ingredienti con una frusta da pasticcere per ottenere un composto spumoso e areato.

Aggiungete al composto a base di burro le uova e continuate a mescolare, quando completamente assorbito aggiungete lo yogurt e il colorante rosso.

Setacciate la farina e il cacao e unitele al composto avendo cura che non si formino grumi nell’impasto. Uno dei problemi che ho avuto nella preparazione è il colore rosso acceso della torta, per avere un colore rosso a fine cottura l’impasto deve essere molto rosso quasi di colore intenso, se avete un colore marrone il risultato finale non sarà quello della vera red velvet, il gusto si.

Se la vostra torta non è rossa avete ancora modo di aggiungere del colorante rosso per avere il colore desiderato. Io utilizzando il colorante in polvere ne ho messi 5 cucchiai, quello liquido 2 boccette.

Unite il bicarbonato all’aceto e unite il composto all’impasto, questo servirà a far lievitare la vostra red velvet.

Prendete uno stampo a cerniera e foderatelo con carta forno sia sulla base che nei lati, così sarà più facile estrarre la torna al termine della cottura.

Infornate in forno statico caldo a 180° per circa 30/45 minuti, senza aprire per non smontare l’impasto, trascorso il tempo indicato fate la prova dello stecchino per verificare che la torta sia perfettamente cotta al centro, lo stecchino dovrà uscire completamente asciutto.

Mentre la torta cuoce dedicatevi alla crema di guarnizione (frosting) mescolate il burro a temperatura ambiente al formaggio spalmabile e allo zucchero a velo, mescolate con una frusta fino ad ottenere una crema spumosa.

Mettete la crema in una tasca da pasticcere e lasciate riposare in frigorifero, per le decorazioni che vedete in foto ho utilizzato la bocchetta tipo torta Saint Honoré.

Trascorsi il tempo indicato io di solito spengo il forno e lo lascio riposare per qualche minuto così che si possa asciugare e terminare la cottura.

Quando la torta sarà fredda tagliatela in 2 o 3 dischi a seconda dell’altezza che avete ottenuto, farcite i dischi con la crema frosting così che li separi tra loro, e decorate la parte finale della tota.

Io evito di decorare anche la parte esterna della torna mi piace che si veda da subito l’impasto rosso distanziato dalla crema bianca.

La vostra red velvet è pronta!

Red Velvet

 

Consigli per l’impiattamento: fate riposare la torta in frigorifero, in congelatore se deciderete di ricoprirla completamente di frosting. La torta si conserva per 2-3 giorni ma vi consiglio di assemblarla all’ultimo perché in frigorifero assorbe gli odori degli altri cibi. Per un migliore effetto portate la torta direttamente in tavola così che i vostri ospiti la possano vedere prima che venga affettata. Io aggiungo dei lampono congelati, per dare un tocco più glaciale e un effetto ghiacciato che secondo me alla torta dona molto.

Se volete preparare la torta per San Valentino con le dosi sopra potrete realizzare due Mini Red Velvet del diametro di 10/12 cm, in questo caso non dovrete modificare lo dosi ma seguire le indicazioni sopra e semplicemente cuocete l’impasto in due mini torte a cerniera del diametro di 10-12 cm. Se non avete due tortiere di queste dimensioni potete utilizzare una teglia da 20 e poi con l’aiuto di un coppapasta ricavare i dischi del diametro desiderato. Per torte di diametro maggiore (24-26 cm) semplicemente dividete per 3 e moltiplicate per 4 gli ingredienti, i tempi di cottura non cambiano di molto ma fate sempre la prova stecchino prima di sfornare, così potrete avere la vostra mega Red Velvet!

Cosa ne pensi di questa ricetta? Hai altri consigli o suggerimenti d’aggiungere? Non ti resta che cucinarla e farmi sapere tutti i tuoi commenti!

Se questa ricetta vi è piaciuta non dimenticate di leggere le altre ricette  e mettete “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook per ricevere le ricette che pubblichiamo giornalmente!