Crea sito

Zuppa di lenticchie rosse e latte di cocco

Zuppa di lenticchie rosse e latte di cocco

Zuppa di lenticchie al latte di cocco

Ogni tanto come una droga devo proporvi qualcosa con le lenticchie. Lo so, ne trovate tante nel blog ricette con questo mio legume preferito, QUI la lista .  Ma ieri ho provato questa e la rifarò ancora e ancora perchè  il cocco si sposa  proprio bene con la lenticchia rossa.

Semplice e veloce, anche alla sera di ritorno dal lavoro, la lenticchia rossa decorticata si cuoce in un attimo.

Zuppa di lenticchie rosse e latte di cocco

Ingredienti:

  • 200 gr. lenticchie rosse decorticate  bio
  • 2 cucchiaini di passata di pomodoro bio
  • 700 gr. acqua
  • 1 cucchiaino dado vegetale home made
  • 1 cucchiaino di curry o curcuma a piacere
  • 50 g di latte di cocco
  • olio extra vergine, sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Sciacquate le lenticchie, in una pentola mettete le verdurine tritate, stufate con un filo d’olio extra vergine.
  2. Aggiungere le lenticchie, insaporire qualche minuto, poi l’acqua, il dado, la passata  e cuocere per 10 minuti, aggiungere il curry o curcuma e finire la cottura in altri 5 minuti.
  3. Regolare di sale e pepe e servire in tavola con qualche cucchiaiata di  latte di cocco o se preferite un giro d’olio extra vergine di oliva e una grattata di pepe (all0italiana insomma 😉 ) se l’ etnico del cocco non vi va.

 

zuppa lenticchie e latte cocco

 

La lenticchia rossa, conosciuta anche col nome di lenticchia egiziana, è molto diffusa in Medio Oriente dove normalmente viene venduta senza pelle ( decorticata ). Questo legume è molto povero di grassi e i pochi in esso contenuti sono chiamati ” grassi buoni “, conosciuti come Omega 3.

Le lenticchie rosse sono anch’esse prive di colesterolo e per questo motivo sono un alimento consigliato nella dieta dei bambini; hanno la particolarità di cuocere in breve tempo e non richiedono, diversamente da altri legumi, il periodo di ammollo prima di essere cotte. In ultimo hanno la proprietà, a causa dell’assenza della pellicina che le ricopre, di essere molto digeribili e non causano le  fastidiose fermentazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.