Crea sito

Zuppa di farro e lenticchie beluga

Zuppa di farro e lenticchie beluga

farro orr

 

“Prendi del frumento, dell’orzo, delle fave, delle lenticchie, del miglio e della spelta, metti queste cose in un recipiente e fattene il tuo cibo”(Ezechiele IV, 9-10).

 

Il farro è considerato la più antica tipologia di frumento coltivato. Veniva utilizzato dall’uomo per la propria alimentazione già nel Neolitico, 10 mila anni fa il  farro monococco. Oggi  maggior parte del farro coltivato in Italia è rappresentata dal farro dicocco,Troviamo poi il farro grande, o farro spelta.  E’ molto pià digeribile del frumento, ha un maggior ocntenuto proteico ed +  ricco di vitamine e di sali minerali, e povero di grassi.

Uso molto spesso il farro sia in chicco che macinato, visto che farine raffinate non entrano più dalla porta di casa.

farro

Quello che preferisco è il farro monococco che contiene scarse quantità di glutine altamente digeribili.Uno studio prova che  potrebbe prevenire la celiachia.
A studiarne le caratteristiche è stato il Consiglio Nazionale delle Ricerche, che ha pubblicato uno studio su Molecular Nutrition and Food Research. Il monococco, è stato usato per secoli come ingrediente base della dieta di popolazioni agricole Nel medioevo venne progressivamente abbandonato poiché la raccolta è resa difficoltosa dal fatto che i chicchi tendono a cadere sul terreno man mano che maturano.

Il farro cresce bene in terreni poveri ed è molto resistente al freddo.  Il chicco è avvolto da una pellicola esterna molto dura e a questo proposito i Romani originarono una festa chiamata “Fornacalia” che diffuse la tecnica di arrostire il farro per liberarlo dalla buccia. Tostare il farro divenne presto una pratica quotidiana degli antichi abitanti dell’Italia.

Sappiamo che i cereali se abbinati a legumi e verdure, apportano al nostro organismo gli aminoacidi essenziali  per un piatto completo  come sottolineo QUI 

Per questa zuppa ho usato un farro bicocco, l’ho abbinata a zucca e radicchio tardivo e alle  lenticchie beluga, trovate notizie su questa meravigliosa lenticchia QUI  
farro beluga e radicchio

 

Zuppa di farro e lenticchie beluga

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 g di farro decorticato bio
  • 100 g di lenticchie beluga bio
  • una carota
  • un porro o uno scalogno
  • 100 g di zucca
  • un cespo di radicchio tardivo di Treviso
  • un litro di brodo di dado vegetale fatto in casa QUI la ricetta
  • olio extravergine di oliva bio
  • sale e pepe q. b.

Preparazione della Zuppa di farro e lenticchie beluga

  1. Mettete in ammollo le lenticchie beluga per un paio d’ore. Sciacquate bene il farro.
  2. Lavate carota,porro o scalogno, e tritatele finemente. Tagliate a tocchetti la zucca senza buccia, lavate e tagliate a chiffonade il radicchio di Treviso.
  3. In una pentola stufate carota e scalogno tritato con un filo d’olio. (Non amo fare i soffritti, preferisco stufare le verdure o addirittura usarle a freddo)
  4. Insaporite le lenticchie e il farro qualche minuto e poi unire il radicchio,  la zucca  e il brodo.
  5. Cuocere a fuoco lento per una mezz’oretta assaggiando e regolando di sale.
  6. Servite calda con crostini, un giro d’olio e una spolverata di pepe nero.

 

zuppa di farro

 

Vi consiglio questo approfondimento ulteriore sulla storia del farro Il farro cultura e coltura

Fonti:
http://www.greenme.it/
http://www.alimentipedia.it/farro.html

 

Vi è piaciuta questa ricetta? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

Salva

2 Risposte a “Zuppa di farro e lenticchie beluga”

  1. Non conoscevo la lenticchia beluga. Bellissima da vedere e ho letto le proprietà sul tuo post sulle lenticchie. Anche io spesso abbino i cereali ai legumi un connubio di tutto rispetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.