Vellutata radicchio e pastinaca

Vellutata radicchio e pastinaca

Questo è il periodo ideale per usare in cucina il delizioso radicchio tardivo di Treviso IGP. Passate le festività infatti di solito i prezzi diventano più abbordabili e vale sicuramente la pena usare il fiore d’inverno come viene chiamato.

La storia del radicchio tardivo è antica, si dice che un uccello fece cadere dal becco il seme di del radicchio sul tetto di un campanilein provincia di Treviso. I fraticelli lo raccolsero e seminarono.

Provatelo nelle lasagne al forno, nelle crepes, nelle polpette o ancora nel risotto o per preparare un pesto delizioso.

Oggi ecco una vellutata particolare, l’ho preparata con il Bimby secondo istruzioni della mia cara amica Flaminia. Ho unito le pastinache anzichè le patate perchè sono una grande estimatrice di queste carote bianche prodotto DE.CO. vicentino.

Il risultato è una vellutata deliziosa con due prodotti del territorio eccezionali. In alternativa si può usare un radicchio rosso di Chioggia o spadone e delle batate.

Vellutata radicchio e pastinaca

vellutata radicchio pasticana
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    2 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Preparazione

  1. Vellutata radicchio e pastinaca

    Lavate bene i cespi di radicchio e tagliatelo a listarelle sottili, pelate e tagliate a tocchetti le pastinache.

    Mettete gli ortaggi in una pentola con 450 grammi di brodo vegetale e un pochino di olio extraverdine e fate cuocere per circa 25 minut a fuoco dolce. (telete da parte qualche fogliolina di radicchio per decorare)

    Frullate tutto con il minipimer e servite con una spolverata di pepe nero, un filo d’olio e il trito di radicchio a crudo.

    Versione Bimby di Flaminia:

    Gli ortaggi nel cestello 12 minuti Varoma vel 1

    Aggiungere il brodo e continuare la cottura per 15 minuti 100 vel. 1 e poi vellutare per un minuto a vel 8.

     

Note

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+

Precedente Focacce veloci soffici e alte Successivo Torta di mele macromediterranea

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.