Torta salata al broccolo fiolaro e porri

Sono vicentina, e tutti gli inverni dopo le gelate sono felice i di poter gustare un’ eccellenza territorriale: il broccolo fiolaro di Creazzo. La torta salata al broccolo fiolaro e porri è un piatto unico molto appetitoso, questa volta reso ancor più buono dalla opportunità che mi è stata data  di cuocerla nel forno della cucina a legna America della Nordica Extraflame

Torta salata broccolo fiolaro e porri

Del broccolo fiolaro di Creazzo ne ho parlato in parecchi articoli,  nella ricetta del buonissimo pesto per esempio, ma soprattutto nell’articolo sullo strudel al broccolo fiolaro e topinambur.

Il nome “fiolaro” deriva dalla presenza di germogli inseriti lungo il fusto della pianta, conosciuti con il termine dialettale di “fioi” (figli) e che rappresentano insieme alle foglie più giovani la parte migliore del broccolo per l’utilizzo in cucina. (www.broccolofiolaro-fioi.it)

broccolo fiolaro di creazzo proprietà

Questa volta una ricetta semplice ma molto saporita pronta in 45 minuti.

Torta salata al broccolo fiolaro e porri

Ingredienti:

per una tortiera da 24 cm.

  • 250 g di farina di tipo 1 o 2
  • 100 gr. di vino bianco o acqua
  • 80 gr. olio extra vergine di oliva bio
  • 3/4 di cucchiaino di sale fino

Per il ripieno:

  • un cespo di broccolo fiolaro di Creazzo
  • 1 porro grande o due piccoli
  • 200 g di caprino delicato o se preferite una confezione di ricotta di soia
  • uno spicchio d’aglio
  • una punta di peperoncino
  • sale, pepe, olio extravergine di oliva
  • semi oleosi di girasole una spolverata
  • due cucchiai di lievito alimentare a scaglie

Preparazione:

  1. Togliete le foglie più coriacee al broccolo fiolaro, lavate e tagliate a pezzetti il resto, in una padella mettete uno spicchio d’aglio in camicia a rosolare con un filo d’olio extravergine. Buttateci il broccolo, sale, pepe e cuocete a fuoco medio per una decina di minuti.
  2. In un’ altra padella fate stufare il porro con un filo d’olio, dopo che lo  avrete lavato e affettato.
  3. Quando sono cotti, mescolateli al broccolo, aggiungete un pizzico di peperoncino, i semi di girasole e regolate di sapore.
  4. Preparate la pasta brisè e accendete il forno a 180 gradi.
  5. Mettere la farina, l’olio e il sale in un mixer.
  6. Fate girare bene fino ad ottenere una granella.
  7. A questo punto incorporate il vino bianco, continuare a girate col mixer, fino ad ottenere una palla molto morbida.
  8. Se non avete il mixer o non volete utilizzarlo, potete fare benissimo questo impasto a mano, seguendo sempre lo stesso procedimento.
  9. Infarinate una tortiera da crostate da 24 cm stendete con le mani l’impasto rialzando leggermente i bordi, bucherellate con i rebbi di una forchetta.
  10. Passate in forno una decina di minuti, poi toglietela, spalmate sulla base il caprino o la ricotta di soia, e aggiungete sopra le verdure.
  11. Rimettete in forno per 30 minuti fino a doratura.

E per valorizzare le aziende del nostro territorio 

L’enologo Tommaso Nicolato consiglia il vino:  Riesling 2015 – Tenuta Dalle Ore

 

 

Ecco la torta salata al broccolo fiolaro e porri  nel forno della stufa/cucina a legna Nordica Extraflame, e sopra sulla piastra di ghisa cosa bolle in pentola? Ho approfittato e nello stesso tempo che cuoceva la quiche di broccolo,  sopra sobolliva…..

Lo scoprirete domani, lo sentite il profumo? Vi aspetto

 

Torta salata al broccolo fiolaro e porri

 
Precedente Tortine di pasta margherita soffici senza burro e uova Successivo Dolcetti a cuore mandorle e cocco senza glutine vegan

Lascia un commento