Crea sito

Tapas pinchos o spunciotti?

Tapas pinchos o spunciotti?

Oggi si festeggiano le tapas Spagnole, si il 15 giugno è la giornata mondiale delle tapas, i bocconcini colorati e gustosi conosciuti in tutto il mondo. Sono tapas, pinchos o spunciotti? Eh si, noi qui in Veneto li chiamiamo spunciotti queste mini delizie che si prendono con due dita o con uno stecchino, accompagnati da un bicchiere di birra o vino.

contenuto realizzato in collaborazione

Tapas pinchos o spunciotti 4

L’anno scorso ho avuto la fortuna di andare qualche giorno nei paesi baschi, che giornate meravigliose, sole, mare e tapas a San Sebastian dove si entra e si esce in continuazione dalle taperie.

Trasformiamo le tapas in spunciotti per il progetto Talent for food

L’AIFB l’associazione italiana food blogger di cui faccio parte, assieme ad alcune aziende della Sezione Alimentari di Confindustria Padova, ha organizzato questo primo evento.

Lo scopo del progetto Talent for food è proprio quello di mettere in contatto blogger di tutta Italia con le aziende produttrici e trasformatrici di prodotti alimentari della Provincia di Padova.  Con questo evento abbiamo l’opportunità di far conoscere il nostro  territorio e di esprimerlo attraverso le nostre passioni: la cucina, la fotografia e la scrittura.

Sono state selezionate 30 food blogger, tra cui anche io, per cimentarci nella preparazione di ricette originali utilizzando gli ingredienti espressione della produzione padovana ed attingendo alla tradizione culinaria locale.

Ci siamo messe al lavoro. Le regole primcipali associare  almeno 3 dei prodotti padovani contenuti nel ricco pacco arrivato, con un ingrediente della corte veneta.  Da vegetariana mi è stato concesso di usare come ingrediente di corte, l’uovo che io prendo di “gallina felice” in campagna poco lontano.

Con i prodotti tipici padovani  preparerò dei piatti che esaltino il territorio in cui vivo, le eccellenze della mia terra e l’amore per gli ingredienti a chilometro 0.

Le tre tapas hanno come denominatore comune le erbe aromatiche del mio  giardino, timo, salvia ananas e portulaca. Ho accompagnato i miei spunciotti con un buon bicchiere di Birra Antoniana Borgo della Paglia. Una birra prodotta con il Mais Biancoperla presidio Slow Food.

Ecco le tre tapas che ho preparato per l’occasione:

La prima tapas alla portulaca è composta da:

Crostino di pane qui la ricetta  con farina Petra 1 Molino Rossetto  

Ingredienti  e preparazione del pane per il crostino

  • 200 gr farina di tipo 1 macinata a pietra ( io Molino Rossetto)
  • 200 gr farina di tipo 2 macinata a pietra (io Molino Rossetto)
  • 100 gr farina di sorgo
  • 100 gr farina di grano saraceno
  • 3 bei cucchiai di semi vari tra girasole, zucca, lino
  • 370 gr. acqua
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato bio
  • 1 cucchiaino malto di riso
  • 20 gr olio extravergine di oliva
  • 10 gr. sale

Per completare la tapas:

  • fettina di rapa di Chioggia –
  • fettina di pomodorino –
  • rondella zucchina grigliata –
  • maionese vegan –
  • carotina agrodolce –
  • germogli alfa alfa
  • portulaca

 

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito nell’acqua assieme al malto.
  2. Aggiungere olio, le farine con il sale  mescolando bene, i semi. Rovesciate sulla spianatoia infarinata e lavorarlo bene finchè diventa elastico e non si appiccica più alle mani.
  3. Lasciatelo lievitare in una ciotola coperta  fino al raddoppio in un luogo caldo.
  4.  Sgonfiate l’impasto date forma alle pagnottine, spennellate di latte vegetale e spargete di semini.
  5. Rimettete a lievitare nella leccarda del forno foderata di carta forno ancora un paio d’ore, sempre coperto.
  6. Accendete il forno a 200 gradi statico e quando è a temperatura inserite il pane mettendo un pentolino di acqua calda in basso. Cuocere 30 minuti fino a doratura.
  7. Tagliare a fette e poi a rondelle il pane e  completare la tapas con  fettina di rapa di Chioggia –  fettina di pomodorino –  rondella zucchina grigliata – maionese vegan – carotina agrodolce – germogli alfa alfa e portulaca

La seconda tapas al timo  è composta da

Quadratino di torta salata alle verdure qui la ricetta in cui ho usato per la brisè oltre alla farina petra 1 Molino Rossetto, anche l’olio extra vergine di oliva  Brecà e per  il ripieno ricotta di capra, uova, zucchine,  completata poi da una fettina di pomodorino a crudo, timo fresco  e da una crema di radicchio rosso grigliato  Valbona

Ecco ingredienti e preparazione della brisèè salata:

Ingredienti per

  •  250 g di farina tipo 1 petra (io Molino Rossetto)
  • 100 g di acqua
  • 80 g di olio extra vergine di oliva Brecà
  • 5 g di sale
  • 4 g di lievito secco per torte salate
  • 250 g di ricotta di capra
  • 1 uovo bio
  • un po’ di parmigiano
  • 2 zucchine medie
  • Aglio in polvere Q.b.
  • Origano Q.b.
  • sale e pepe Q.b.
  • un pomodorino
  • 50 g radicchio grigliato Valbona
  • timo fresco

Preparazione:

  1. Mettere la farina, l’olio e il sale in un mixer.
  2. Fate girare bene fino ad ottenere una granella.
  3. A questo punto incorporare l’acqua, dove avrete sciolto i granelli di lievito e continuare a girare col mixer, fino ad ottenere una palla molto morbida.
  4. Se non avete il mixer o non volete utilizzarlo, potete fare benissimo questo impasto a mano, seguendo sempre lo stesso procedimento.
  5. Infariniamo una tortiera da crostate da 26cm stendiamo con le mani l’impasto rialzando leggermente i bordi, affettiamo le zucchine sottili sottili, spalmiamo alla base della crostata la ricotta amalgamata all’uovo e al parmigiano , adagiamo sopra leggermente sovrapposte e in maniera circolare le zucchine disposte a spirale.
  6. Condiamo con un filino d’olio, una spolverata di pepe e sale e per finire dell’aglio in polvere e dell’origano secco.
  7. Inforniamo a 200° per 40 min. circa
  8. Sforniamo lasciamo intiepidire, tagliamo a quadratini, completiamo con pomodorino a rondelle, radicchio grigliato frullato a crema e timo fresco.

La terza tapas alla salvia ananas è un  rotolino di  zucchina grigliata ripieno di tofu affumicato – oliva e salvia ananas

Ingredienti e preparazione per 10 rolls

  • una zucchina bella soda  preferibilmente bio e a km 0 (ancor meglio dell’orto)
  • 50 g tofu affumicato (io prendo quello di un’ azienda del padovano con cui mi trovo molto bene)
  • un cucchiaio olio extravergine DOP Brecà
  • acqua q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olive nere
  • foglioline di salvia ananas
  • goccie di limone

Preparazione:

  1. Lavate e tagliate a fette lunghe e sottili con la mandolina la zucchina. Grigliatela per qualche minuto a fuoco vivace, stendete su un piatto e versate a filo olio extravergine DOP Brecà e qualche goccia di limone. Lasciate marinare finchè preparate il tofu per il ripieno.
  2. In un mixer mettete il tofu a frullare con un cucchiaio d’acqua e uno di olio extravergine Brecà, finchè diventa una crema morbida. Regolate di sale e pepe.
  3. Delicatamente con un cucchiaino spalmate il tofu sulle fette di zucchina e arrotolate. Fermare con uno stecchino in cui avrete infilato un oliva nera denocciolata.
  4. Decorate con foglioline di salvia ananas

 

Tapas pinchos o spunciotti 6
Prodotti padovani usati

Birra Antoniana Borgo della Paglia. Una birra prodotta con il Mais Biancoperla presidio Slow Food. Una birra dal bouquet leggero e soave per un cereale dal sapore delicato ed elegante.

farina Petra 1 Molino Rossetto Una farina macinata a pietra, biologica, con germe di grano, macinata a tutto corpo.

olio extra vergine di oliva  Brecà un olio dei Colli Euganei D.O.P. filtrato naturalmente, raccolto a mano nelle giornate di ottobre sul Monte Brecale nella zona meridionale dei Colli Euganei. La posizione favorevole, riparata dai venti e riscaldata dal sole, unita alla terra vulcanica scura e fertile permette di ottenere una limitata ma pregiata produzione di olio extravergine di oliva, fruttato, caratterizzato da toni di mandorla e mela.
radicchio rosso grigliato  Valbona un’azienda che crede fortemente nell’importanza di proporre alimenti sani e bilanciati, ma allo stesso tempo comodi e veloci da consumare. Anche Valbona crede come me che l’evoluzione del cibo italiano debba andare verso il cibo sano.

Con queste tapas  partecipo al contest Talent For Food “made in Veneto” organizzato dalle aziende della Sezione Alimentari di Confindustria Padova con  AIFB.

talent for food

A presto con altre proposte  con i prodotti Talent for food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.