Crea sito

Soda bread farro e semi

L’altro giorno sbirciando qui ho scoperto questo pane, e ho voluto provare così il soda bread farro e semi

 

soda bread

 

Lavorando non resta molto tempo per farsi il pane, cioè bisogna calcolare bene i tempi della lievitazione, nei fine settimana si ha voglia di andar per campi 😉 o comunque non chiudersi in cucina, durante la settimana si lavora.

E il pane quando lo si fa? Si mette a lievitare la sera? E poi ci si alza prestissimo per infornare? mmmmm si, certo, si fa, basta costanza e organizzazione…. ma se si arriva all’ultimo momento e si ha comunque voglia di pagnotta 😉  ecco il soda bread

L’ho visto nel blog nella mia amica Catia ed è stato amore a prima vista.

La stessa sera avevo amiche a cena, fatto il pane in men che non si dica ed è anche piaciuto tanto!

Oltretutto questo pane può essere una valida alternativa alle intolleranze al lievito 😉 per non mangiare sempre pane piatto e croccante.

Grazie Catia!

Naturalmente la mia versione è una versione integrale, vegan,  con semi e semi per renderlo più nutriente. ma la ricetta è quella di Catia.

 

Soda bread farro e semi

Ingredienti:

  • 200 gr. farina di farro bio
  • 140 gr. farina di tipo 2 macinata a pietra
  • 150 g di yogurt di soia
  • 150 g di latte di riso (non avevo latte di soia a casa)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 2 bei cucchiai di semi misti
  • un cucchiano di sale

Procedimento:

  1. In una terrina mettere le farine con il bicarbonato, yogurt, latte, sale, semi.
  2. Mescolare tutto bene, diventa un composto molle.
  3. Formare con le mani infarinate delle pagnottine, fare una croce sopra, (serve per favorire meglio la lievitazione oppure, come si credeva nelle campagne irlandesi, per tenere lontano il diavolo!) appoggiarle su carta forno.
  4. Infornare per 25 minuti a 200 controllando che non scuriscano troppo altrimenti abbassare a 180 .

Procedimento Bimby del pane Soda bread farro e semi

  1. Nel boccale, tutti gli ingredienti eccetto i semi 40 sec. vel. 4
  2. Aggiungiamo semi  20 sec. antiorario a 3
  3. Formare con le mani infarinate le pagnotte, io ne ho fatte due,
  4. Fare una croce sopra con un coltello, (serve per favorire meglio la lievitazione oppure, come si credeva nelle campagne irlandesi, per tenere lontano il diavolo!) appoggiarle su carta forno.
  5. Infornare per 25 minuti a 200 controllando che non scuriscano troppo altrimenti abbassare a 180

se un pelino il sapore del bicarbonato si sente, ma con tutti quei semi e con la farina di farro saporita di suo…. non ce se ne accorge. Proverò con farine diverse e vedremo il risultato.

Grazie Catia!

 

 

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre mie ricette.

nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo

Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest ,Google+

Vuoi lasciare un commento qui in fondo all’articolo?
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timo e lenticchie

6 Risposte a “Soda bread farro e semi”

  1. Ciao Daniela! Ma grazie a teeeee! E adesso sarò io a copiare questa tua versione vegan!! 😀 Giusto oggi ho comprato della farina di farro macinata a pietra… proverò!!

  2. Vorrei chiederti come sceglie lo yogurt di soia. Quale marca?
    normalmente mettono degli zuccheri, immagino sia come per gli yogurt normali

    Per quanto riguarda il latte di riso, soia o avena? normalmente si trovano anche qui degli zuccheri.

    1. Qui è molto soggettivo e non mi piace fare pubblicità, io preferisco quelli del negozio bio, tipo provamel o soiasun (prova quello al limone) Per gli zuccheri controlla. Sempre al bio trovi il latte anche senza zuccheri, soprattutto se hai deciso di diventare veg prendi quelli fortificati con calcio. Marche… ce ne sono varie, prova a vedere quello col sapore che ti piace di più, the bridge, isola bio, provamel ecc Quello di riso è già un pochino dolcino di suo, quello di avena fa bene al mattino perchè da energia, quello di soia deve piacere il sapore.

  3. Buongiorno,
    Posso chiedere questa dose per quanti panini è pensata?
    Fatti ieri sera dimezzando la dose e realizzando due panini (avevo due burgher da mettere dentro), sapore molto buono ma consistenza un po’ “serrata”.

    1. Ciao, con quella dose mi sono venuti i panini che vedi in foto. La consistenza è diversa, è un pane d’emergenza, ma non ha certo la sofficità del pane con il lievito di birra che lasci maturare. Sono da consumare subito perchè già il giorno dopo diventano un pò gnucchi e vanno riscaldati tagliandoli a fette. . Però fatti e mangiati non sono male. Io li vedo meglio da colazione tagliati a fettine e spalmati con composta di frutta o comunque qualche crema che li ammorbidisca. Spesso gli anglossassoni usano il buttermilk per renderli più soffici, (latticello) e qui c’è invece 150 di yogurt e 150 di latte che sarebbe meglio di soia perchè più grasso. Ultimamente li faccio con il latticello di soia, se hai bisogno ti spiego come

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.