Crea sito

Risotto Palladio con carciofi e batata

Risotto Palladio con carciofi  e batata – ricetta vegetale

Sono nata e vivo nella città del Palladio, Vicenza.   “Vicenza città bellissima”. come la chiamò Filippo Pigafetta, parente di Antonio. La mia città infatti è un piccolo gioiello del Veneto, incastonato tra monti e colline.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è vicenza-basilica-palladiana.jpg

Vado fiera di vivere in questa tranquilla città del Nord Est, amo la cucina vicentina tradizionale (naturalmente quella vegetariana)

Il riso come sapete va forte a casa mia, molto integrale, riso venere, riso rosso e anche riso bianco che uso a volte nei risotti

Nei risotti tradizionali amo il riso carnaroli e il vialone nano. Qui in zona siamo fortunati in quanto a Grumolo delle Abbadesse e Vancimuglio si coltiva un riso presidio Slow food e DE.CO. vicentina. Questo riso è chiamato delle Abbadesse proprio perchè furono le monache badesse nel Cinquecento a bonificare la zona, prosciugare le paludi, e costruire dei canali per l’irrigazione qualcuno ancor oggi adoperato.

Proprio a Vancimuglio ho scoperto  Riso Palladio azienda che coltiva il suo riso in acqua sorgiva con cura e tecniche rispettose di un ambiente incontaminato  con tradizione secolare e produzione limitata. Riso Palladio ha scelto di coltivare con tecniche  ammesse solo  in agricoltura biologica. Il riso è coltivato in un ambiente vivo e dinamico dove è naturale per le cicogne, gli aironi,
le anatre selvatiche e le gallinelle d’acqua, stazionare e riprodursi.

Con riso Palladio Carnaroli ho preparato questo Risotto carciofi e batata, la patata rossa dolce che preferisco alla classica patata.

Risotto Palladio con carciofi e batata

Risotto Palladio con carciofi e batata
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 14 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 280 g riso carnaroli Palladio
  • 2 batate rosse
  • mezzo porro
  • 3 cucchiai Vino bianco secco
  • q.b. Brodo vegetale
  • q.b. olio extravergine di oliva spremuto a freddo
  • 1 cucchiaino Succo di limone
  • 2 fondi di carciofo cotto

Preparazione

  1. Risotto Palladio con risotto e batata
    • Lavate le batate e tagliatele a tocchetti piccoli, lavate e affettate sottile il porro.
    • In una pentola d’acciaio versate un goccio d’olio extravergine e mettete ad appassire il porro per cinque minuti a fuoco medio.
    • Unite il riso e tostate per qualche minuto, aggiungete il vino e fate evaporare.
    • Unite qualche mescolo di brodo caldo e le batate a tocchetti e i fondi di carciofo già cotti e tagliati a pezzetti.
    • Cominciate a mescolare delicatamente, unendo altro brodo solo quando l’altro è consumato.
    • Portate a cottura in circa 13 minuti assaggiando perchè dipende dal tipo di riso. Tenete il risotto abbastanza morbido.
    • Alla fine mantecate con un paio di cucchiai di olio di oliva e un goccio di succo di limone.

Note

Se vi piacciono le mie ricette e il mio modo di fare cucina, è un cambiamento e una consapevolezza alimentare cresciuta nel’arco di dieci anni seguendo i consigli del Dottor Franco Berrino.

Per questo se siete interessati vi lascio una lista di libri che mi hanno resa consapevole e cambiato la vita. Li trovate alla pagina Le mie letture

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre mie ricette.

nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo

Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest ,Google+

Vuoi lasciare un commento qui in fondo all’articolo?
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timo e lenticchie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.