Pappardelle verdi al pesto di rucola e mandorle

Pappardelle verdi al pesto di rucola e mandorle

D’estate ne approfitto di tutto quello che offre la natura e vado di pesti in tutte le declinazioni. I pesti  salvano una pasta dell’ultimo minuto quando si torna trafelati dal lavoro, ricordiamoci di prepararne in abbondanza,  porzionarli e congelarli in questa stagione così prodiga di tenere meraviglie vegetali.

La rucola mi piace molto,anche se non sono quella che mangia insalata di sola ruchetta, ma preferisco mischiarla con altre verdure.

Con il pesto però, che diventa naturalmente più delicato per la presenza di frutta secca mi ci preparo anche i crostini. Qui ho condito queste pappardelle verdi di pasta fresca.

 

Pappardelle verdi al pesto di rucola e mandorle

Ingredienti per 4 persone –

tempo di preparazione: 60 minuti se preparate la pasta fresca – 10 minuti con pasta già pronta magari veg  perchè questa che ho preparato è la classica con le uova

 

  • 200 g di farina di tipo 2
  • 2 uova
  • 300 g di spinaci lessati e tritati
  • 4 cucchiai di pesto di rucola
  • mandorle a scaglie q.b.
  • sale q.b

Preparazione delle Pappardelle verdi al pesto di rucola e mandorle

  1. Lavate, lessate gli spinacini al solito e strizzateli benissimo. Lasciate raffreddare e tritateli fini.
  2. In una bella ciotola versate la farina settacciata e unite un uovo alla volta amalgamando bene
  3. Unite anche gli spinaci e se l’impasto è troppo appiccicoso aggiungete farina finchè avrete un impasto morbido.
  4. Prendete un poco di impasto alla volta e schiacciandolo con le dita passatelo nella nonna papera, prima con uno spessore aperto e poi sempre più sottile.
  5. Arrotolate la sfoglia, e tagliate le pappardelle larghe quanto dediderate.
  6. Fate bolllire l’acqua salata, buttate le pappardelle giusto il tempo del bollore. La cottura dipende dallo spessore.
  7. Condite con pesto di rucola e scaglie di mandorle

 

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per  cercare nuove idee per i tuoi piattti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie

 
Precedente Salsa di tahin e umeboshi fatta in casa Successivo Spaghetti di grano saraceno alla crema di peperoni

Lascia un commento