Crea sito

Ortaggi estivi al forno verdure cottura veloce

Quando arriva l’estate preparo spesso gli ortaggi estivi al forno. Taglio verdure in grande quantità tanto da riempire una bella pirofila grande, naturalmente se è caldo inforno velocemente e poi scappo dalla cucina.
Una mezz’ora e sono pronte e poi oltre a portarle in tavola così, le metto nel cous cous, ci faccio le bruschette, il ripieno di torte salate o panini, ancora nelle farifrittate e poi.. e poi sono finite!

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo.
Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest o Youtube o iscriverti al canale Telegram

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti Ortaggi estivi al forno

  • 1melanzana
  • 2zucchine
  • 2cipolle
  • 10pomodori piccadilly
  • 1peperone
  • 2batate (o patate)
  • 1carota
  • 1 cucchiaioerbe aromatiche
  • 2 cucchiaisemi di girasole
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainosale marino integrale
  • 1 pizzicopepe

Strumenti

  • Pirofila

Preparazione Ortaggi estivi al forno

  1. Ortaggi estivi al forno

    Taglia a cubetti zucchiine e melanzane e se hai tempo spolvera di sale e lascia perdere i liquidi in un colapaste per un’ora.

    Pela cipolla, carota, batate, e fai a cubetti o rondelle.

    Lava e taglia a pezzetti il peperone e i pomodori.

    Versa tutto in una pirofila, condisci con erbe aromatiche, semi di girasole, olio, sale pepe.

    Inforna per 30/40 minuti a 180 gradi.

    Servi tiepido.

  2. Ortaggi estivi al forno

Ortaggi estivi al forno conservazione e consigli

Gli ortaggi estivi al forno li puoi conservare in frigorifero per un paio di giorni ben chiusi. Puoi preparare se vuoi anche delle polpette aggiungendo legumi o cereali e un pochino di pangrattato e frullando un pochino. Puoi farcire delle samosa o degli strudel o ancora delle pizze turche.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.