Crea sito

Margarina vegana

Si carissimi, l’ennesima margarina vegana è qui, e vi spiego il perchè ogni tanto la preparo.

margarina vegan

Almeno la domenica qualche dolcetto ancora lo faccio anche se  sappiamo bene quanto deleterio è lo zucchero per la salute. L’OMS ha redatto le nuove linee guida dove si raccomanda di ridurre lo zucchero al 5% della quantità di energia assunta durante una giornata (25 gr. cioè 6 cucchiaini da caffè).

Un consumo eccessivo è infatti associato non solo all’aumento del peso corporeo e dell’obesità come dice l’OMS, ma bensi come dice il Prof. Berrino  lo zucchero è responsabile della sindrome metabolica che porta al diabete, all’ipertensione arteriosa e alla colesterolemia. Lui consiglia di toglierlo completamente dalla dieta.

Ancora non ci sono arrivata, e qualche volta un dolcetto me lo concedo. Ma cosa c’entra la margarina?
E arriviamo al punto, i dolcetti diventano sofficissimi con la margarina vegana, provare per credere.
Molto semplice da fare, basta avere in casa la lecitina di soia e un frullatore ad immersione.

Margarina vegana

 

Questa ricetta l’ho presa dal blog di Camiria di Una V nel piatto , blog vegano che vi consiglio caldamente.
Ho cambiato solo i tipi di olio.

Ingredienti:

  • gr 40 olio di girasole deodorato bio
  • gr 30 olio extra vergine di oliva bio
  • gr. 10 lecitina di soia
  • 1 cucchiaio più altri 5/6 cucchiai di acqua freddissima

Preparazione:

  1. Nel boccale del frullatore ad immersione mettiamo la lecitina di soia e aggiungiamo 1 cucchiaio di acqua e l’olio e con un cucchiaino mescoliamo bene.
  2. Mettiamo in freezer per pochi minuti, ci serve freddo freddo ma non ghiacciato, perchè la lecitina monta meglio.
  3. Tirato fuori da freezer, con il frullatore ad immersione frulliamo finchè diventa una crema gialla, a questo punto uniamo sempre senza smettere di frullare l’acqua a cucchiaiate, una dopo l’altra.
  4. Quando è bella densa la passiamo in una ciotolina e la rimettiamo in frigorifero fino all’utilizzo.
  5. Se l’olio il giorno dopo dovesse essersi separato, basta dare un’altra frullatina.

Preparazione con il bimby:

Conviene farne doppia dose:

  • mettere la lecitina nel boccale e tritare a 8 30 secondi
  • aggiungere l’olio e sciogliere 5 min. a 37 vel. 2
  • dal foro del coperchio con le lame in movimento aggiungere l’acqua (tiepida questa volta) 3 minuti vel. 4
  • Trasferire in una coppetta e in frigorifero per 12 ore.

Cos’è la lecitina di soia?

E’ una sostanza che si ottiene dalla lavorazione della soia. La lecitina è un fosfolipide, in parole povere significa
che ha la capacità di legare tra loro liquidi e grassi creando un emulsione. Anche il tuorlo d’uovo contiene lecitina, perciò esiste la lecitina animale e la lecitina vegetale.

La lecitina di soia aiuta a ridurre i livelli di colesterolo del sangue, e contenendo colina, aiuta la memoria e la concentrazione per quello troviamo anche gli integratori di lecitina di soia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.