Cavolfiore viola arrosto Jamie Olivier

Cavolfiore viola arrosto Jamie Olivier

cavolgiore violaConoscete  Jamie  Olivier? E’ un giovane e bravissimo chef londinese che predica la cucina sana… un po un Marco Bianchi inglese, almeno per la lotta all’obesità infantile che li vede entrambi paladini. Io preferisco la cucina di Marco perché non usa carne e pochissimi formaggi, rispetto a Jamie. Ma gli accostamenti veggie dell’inglese,  che arriva comunque da scuola italiana, sono meravigliosi come nella ricetta di questo cavolfiore al forno.

Nella ricetta originale lui usa un cavolfiore bianco, ma finalmente avevo trovato un meraviglioso cavolfiore violetto e mi piaceva l’abbinamento viola e rosso del pomodoro.  Ormaii mi conoscete e sapete che mi piace cucinare a colori 😊  Dove ho trovato questo ricetta?

Arrivata a casa con questa delizia colorata, sinceramente mi dispiaceva cuocerlo al vapore o nasconderlo poi tra la besciamella seppur vegana per gratinarlo. Cerca che ti ricerca, ho trovato la soluzione da Alessandra, bloggallina nonché eccezionale food Blogger, andate a dare un’ occhiata al suo blog  Ricette di cultura.  Lei ha tradotto la ricetta che mi ha conquistato.

cavolfiore

Cavolfiore viola arrosto Jamie Olivier

Ingredienti :

  • uno spicchio d’aglio  (la ricetta originale ne prevede 4)
  • un cucchiaino di paprika  (ricetta originale paprika affumicata )
  • 2 rametti di timo fresco
  • olio extravergine di oliva bio q b
  • sale e pepe
  • rapatura di un limone bio e il suo succo
  • un cavolfiore da un kg, (il mio viola)
  • 4  cucchiai di sherry ma anche io avevo Porto
  • una manciata di pomodoro datterino bio (Jamie ne mette 400 gr )
  • 40 gr di mandorle a lamelle io ho messo granella
  • ciuffetto di prezzemolo

Preparazione

  1. Mondare e lavare il cavolfiore, pareggiare il gambo  e praticare una croce alla base.
  2. accendere il forno a 180 gradi
  3. Pestare l’aglio,  aggiungere la paprika, il timo, sale,pepe  e olio finchè diventa una crema.
  4. Penellare il cavolfiore con la salsa e posizionarlo in una pentola che lo contenga bene.
  5. Gratuggiare la buccia di limone, tagliarlo e versare solo il succo sul cavolo e  fare altrettanto con i 4  cucchiai di Porto.
  6. Mettere il coperchio e cuocere un’ora circa in forno.
  7. Scoperchiare e far dorare una ventina di minuti.
  8. Spolverare con la rapatura dinlimone.
  9. Aggiungere i pomodorini, io li ho tagliati a metà e ancora un po di timo, e  ancora una decina di minuti di forno. .
  10. Tostare le mandorle qualche minuto in padella,  spolverare il cavolfiore e aggiungere anche il prezzemolo tritato e un goccio d’olio.

Ricetta meravigliosa, ringrazio Alessandra che me l’ha fatta conoscere.

cavolfiore

Perchè sono importanti le crucifere?

Saranno pure considerate verdure povere, eppure la loro barriera anticancro è davvero formidabile! E’ ormai appurato che  chi consuma cinque porzioni al giorno di cavoli dimezza la propria possibilità di ammalarsi di cancro alla vescica o al seno. D’altronde, fin dall’antichità queste verdure son state apprezzate per le loro proprietà medicinali. Grazie ai glucosinolati, molecole che nel corso della masticazione rompono le barriere vegetali per mescolarsi ad altre sostanze quali la mirosinasi, un enzima che produce una potente molecola anticancro a base di zolfo chiamata sulfofarano, le crucifere sono utilissime anche per prevenire i tumori del polmone, del colon retto e della prostata. Per una maggiore efficacia protettiva si consigliano le cotture al vapore o al salto per pochi minuti, poiché se si cuoce il cavolo troppo a lungo la tirosinasi viene degradata. Il sulfofarano è il responsabile del tipico odore di queste verdure. Quello che si ritrova nei broccoli o nei cavoletti di Bruxelles accelera la detossificazione dell’organismo e l’apoptosi delle cellule mutate, oltre a svolgere una potente azione antibattericida. (da tuttogreen)

 

Vi è piaciuta la ricetta del Cavolfiore viola arrosto Jamie Olivier? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

Precedente Scones alle bacche di goji ricetta vegetale Successivo Insalata di finocchi arance avocado e noci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.