Crea sito

Anko marmellata di azuki rossi

In Giappone è molto conosciuta, l’Anko marmellata di azuki rossi.

I fagioli utilizzati per fare questa confettura sono impropriamente chiamati “soia rossa” o fagioli azuki (Vigna angularis), che in realtà con la soia gialla (Glycine max) non hanno nulla a che fare appartenendo a specie e genere differenti.

anko

Qui potete vedere la ricetta originale

Ho provato a farla in questa versione e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta.

Si può mangiare in in svariati  modi, anche semplicemente spalmata sul pane come una normale marmellata.
Oppure si sposa bene con il gelato, specialmente al sapore di fiordilatte o vaniglia.

I Giapponesi ci riempiono i dorayaki, un tipico dolce composto da due pancake, spalmati appunto con l’anko.

 anko-marmellata-di-azuki-rossi

Anko marmellata di azuki rossi

 

Ingredienti:
• 200 g di fagioli azuki
• 200 g malto di riso e pizzico di sale

Procedimento per preparare l’Anko marmellata di azuki rossi

  1. La prima operazione da fare è quella di lavare bene i fagioli azuki ,(in giapponese questa operazione si chiama Shibunuki, estrarre il sapore aspro) quindi metterli a bagno in acqua fredda per una notte.
  2. Sciacquare i fagioli, metterli in una pentola con acqua e portarli a bollitura e  bollire 5-10 minuti, quindi scolare l’acqua.
  3. Ricoprire ora i fagioli con altra acqua in modo che i fagioli siano coperti due volte, cioè se l’altezza dei fagioli nella pentola è di 2 cm dovrete aggiungere acqua fino a 6 cm di altezza (spero di essermi spiegata).
  4. Aggiungere 70 g di malto, mescolare e accendere il fuoco.
  5. Far ritirare il maggior quantitativo di acqua, quindi aggiungere il rimanente malto mescolare e proseguire la cottura. Alla fine la marmellata (che poi in realtà è una confettura) dovrà risultare morbida.
  6. A questo punto a voi decidere: potete lasciarla così oppure frullarla con un mixer ad immersione come ho fatto io!
  7. Potete metterla nei barattoli e fare il sottovuoto per conservarla più a lungo.

 

azuki

 

Procedimento bimby:

  1. La prima operazione da fare è quella di lavare bene i fagioli azuki  quindi metterli a bagno in acqua fredda per una notte
  2. .Mettere i fagioli coperti con 2 dita di acqua nella pentola a pressione aperta, farli bollire 5-10 minuti, quindi scolare l’acqua.
  3. Ricoprire ora i fagioli con altra acqua in modo che i fagioli siano coperti due volte, cioè se l’altezza dei fagioli nella pentola è di 2 cm dovrete aggiungere acqua fino a 6 cm di altezza, aggiungere 2 cm. di alga kombu, chiudere la pentola a pressione e cuocere 25 minuti dal sibilo. S
  4. Spegnere e lasciare raffreddare in pentola.
  5. Mettere gli azuki cotti nel boccale, dovrebbero aver assorbito tutta l’acqua, 20 ec. vel 4, aggiungere i 200 gr di malto e acqua appena a filo tanto da coprire il tutto. Se invece non hanno assorbito l’acqua raffreddandosi, non occorre.
  6. 30 min. 100 vel.. 2 senza misurino (attenzione agli schizzi).
    poi 30 sec. a 6 per rendere vellutata la marmellata.
  7. Potete metterla nei barattoli e fare il sottovuoto per conservarla più a lungo.

 

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piattiSe vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette iscriviti alla newsletter.
Seguimi poi in Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le domande, in Instagram oppure seguimi su Twitter o PinterestSe ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

2 Risposte a “Anko marmellata di azuki rossi”

  1. Che meraviglia!!!!!! Adoro gli Azuki rossi!!!! Devo provarci. Magari non con lo zucchero, ma con qualche sostituto. Devo provarci, non appena il mio periodo di disintossicazione sarà finito ^_^ Mi sono intossicata con la soia e ora non posso mangiare alcun tipo di fagiolo, seppur non giallo come la soia 🙁
    Sei grande Daniela, un bacione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.