Ambrosia la mela e il suo raw cake

Ambrosia la mela e il suo raw cake

Mele, si mele,   quando si parla di mele non capisco più nulla, se poi al bio trovo delle mele diverse dal solito devono essere mie.

Come resistere allora ad una mela rossa, rossa e gialla, bellissima su cui è caduto il mio sguardo ieri nel fare la spesa  da Biosapori (negozio del bio in cui mi servo qui in città).

Mela ambrosia, sarai mia. Appena arrivata a casa ho cercato tutto  della storia di questa meletta simpatica, che esiste in due dimensioni l’Ambrosia e la Baby ambrosia.

La storia della mela Ambrosia risale ai primi anni 80, quando una coppia di canadesi, i Mennell produttori di mele Jonagold, scoprirono nel loro frutteto nello stato della British Columbia, un albero diversissimo dai soliti.  Questo albero era un’incrocio spontaneo l’unione di tre tipi di mele diverse: La Red Delicious (mela rossa), la Gold Delicious (mela gialla) e la Jonagold, nato per caso in seguito ad una mutazione naturale. Marito e moglie quando assaggiarono il frutto capirono immediatamente la potenzialità, una mela croccante, dolcissima e succosa, niente di meglio che chiamarla Ambrosia.

Ambrosia ha fatto la fortuna dei Mennel, è diventato il simbolo di questa azienda canadese, e ha permesso loro di realizzare uno dei più grandi frutteti biologici del Canada.

Ma noi vogliamo mangiare le mele prodotte in Italia, non che arrivano dal Canada. Fortunatamente dal 2013, l’azienda Rivoira Spa e VI.P Val Venosta sono patner per la coltivazione delle mele Ambrosia in esclusiva per tutta Europa.

Ambrosia viene raccolta a metà ottobre e riesce ad essere distribuita già a novembre. Anche se Ambrosia è una mela molto resistente, purtroppo la siccità e il caldo di quest’anno hanno ridotto la produttività del 20% e ha influito anche sul calibro della pezzatura.

Volete assaggiare con me Ambrosia?  Niente cottura, gustiamoci una semplice mela, succosa, zuccherina, profumatissima, dall’acidità molto bassa. Un raw cake, dolce crudista semplicissimo e sano. Sono le cose più semplici quelle più buone, certo Ambrosia sta benissimo anche in una golosa torta,  ma oggi è lei la protagonista e la gustiamo come viene staccata dall’albero di un frutteto biologico.

Ambrosia la mela e il suo raw cake 2
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    1

Ingredienti

  • 1 Mela Ambrosia (bio)
  • 2 cucchiai frutta secca mista
  • 1 cucchiaio Malto di riso

Preparazione

  1. Semplicemente lavate bene la mela, affettatela sottilmente in orrizontale in modo da formare delle fette rotonde.

    Con uno scavino fate un piccolo foro nel centro per togliere i semi.

    Tritate la frutta secca grossolanamente e mischiatela con il malto di riso e un goccio d’acqua per rendere la crema più fluida.

    Spalmate l’impasto sulle fette di mele, mettendone una sopra l’altra come una torretta, finite con il riempire di impasto anche la sommità della mela.

    Alternativa invernale, passate la mela in forno 10 minuti fino ad ammorbidirla e servite subito.

    Servite a merenda o colazione, facendo il pieno di bontà e di vitamine e di flavonoidi  di cui è ricca  Ambrosia.

  2. Ambrosia la mela e il suo raw cake 1
  3. Ambrosia la mela e il suo raw cake

    Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piatti

    Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

    Articolo e Foto: Copyright © All Rights Reserved Timoelenticchie

Precedente Ricette crepes e crespelle salate e dolci senza uova Successivo Dolce ai frutti rossi senza burro e uova

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.