Crea sito

Bignè ai semi di Papavero

È palese, tutti amano i bignè, ci metterei la mano sul fuoco, quelli belli alveolati dove la crema riempie tutto lo spazio che trova. Ma aggiungere un tocco in più non fa mai male, no? Quel tocco in più è una pioggia di semi di papavero che avvolge la superficie del bignè, rendendolo straordinariamente più CRUNCHY.💐

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni20
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Pate a choux

  • 50 gburro
  • 100 glatte
  • 5 gsale
  • 100 gfarina 00
  • 4uova
  • 2 cucchiaisemi di papavero

Crema

  • 165 glatte
  • 3tuorli
  • 1scorza di limone
  • 10 gamido di mais (maizena)
  • 50 gzucchero

Preparazione

Pate a choux

  1. In un pentolino portare a bollore il latte, il sale e il burro. Aggiungere, quindi, la farina setacciata e mescolare finchè il composto diventi compatto e si stacchi dalle pareti. Trasferire in una ciotola e lasciare intiepidire bene. Aggiungere un uovo alla volta per farle assorbire tutte. Una volta ottenuto un impasto liscio e omogeneo, trasferirlo in una sac a poche con bocchetta circolare e modellare i bignè su una teglia rivestita da carta da forno, dando la misura che si preferisce. Distribuire i semi di papavero sulle superfici dei vari bignè, dopodiché cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi in modalità statica per 15 minuti, poi proseguire la cottura per ulteriori 10 minuti a 180 gradi. Sfornare e lasciare raffreddare.

Crema

  1. In un pentolino unire il latte, la scora di limone grattugiata, i tuorli, l’amido e lo zucchero. Mescolare bene e portare il composto sul fuoco lento, continuando a mescolare con una frusta fino a quando la crema si addensa. Lasciare raffreddare, dopodiché farcire ogni bignè con la crema, con l’aiuto di una sac a poche.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da thesweetcorner

Da quando ho sviluppato la passione per la cucina, in particolare per la pasticceria, mi sono sempre attenuta alle ricette già fatte, con la sicurezza di un buon risultato garantito; questo mi ha permesso di imparare tecniche e basi da cui, da non molto a questa parte, sono partita per sperimentare e fare di testa mia, mettendo chiaramente in conto possibili inconvenienti e fallimenti che, lì per lì, mi hanno lasciata spiazzata, ma, con un po' di supporto morale, ho continuato a... mettere sottosopra la cucina (tanto poi pulisco io) fino a che non ho ottenuto un risultato davvero soddisfacente, soprattutto nell'estetica perché, si sa, gli occhi sono i primi ad assaporare… Parto da questo piccolo blog per trasmettere la mia passione e condividere le mie soddisfazioni. Benvenuti su The Sweet Corner