Pasta con le sarde

Buongiorno a tutti,
la cucina siciliana è fatta di tradizioni e sapori diversi, la pasta con le sarde li racchiude un po tutti;
Note agrodolci, colori di terra e inebrianti profumi di mare per un piatto davvero speciale…
su che aspetti prova la ricetta!

Pasta con le sarde
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaSalutare

Per il condimento

  • 350 gBucatini
  • 500 gSarde fresche
  • 180 gFinocchietto selvatico
  • 150 gUva passa sultanina
  • 100 gPinoli
  • 30 gMandorle
  • 1cipolla
  • q.b.Salsa di pomodoro
  • q.b.Sale e Olio EVO

Per la panatura

  • 100 gPangrattato
  • 20 gUva passa
  • q.b.Sale e Olio EVO

Preparazione

Iniziamo con il pulire le sarde, con le mani togliamo la testa, facciamo scorrere l’indice attraverso la fessura formata ed apriamo a libro, poi con il pollice facciamo una leggera pressione al centro per togliere e sfilare la lisca. Dopo ciò sciacquiamo sotto acqua corrente.

In una padella mettiamo a soffriggere con un filo d’olio la cipolla tagliata molto fine, aggiungiamo l’uvetta precedentemente sciacquata e facciamo cuocere per qualche minuto, poi aggiungiamo i pinoli e le mandorle tritate e uniamo un mestolo d’acqua;

Dopo che si sarà assorbito il brodino uniamo 2-3 cucchiai di salsa al pomodoro, se volete potete potete variare con lo zafferano, ma la ricetta tradizionale prevede la salsa al pomodoro. Cuociamo per altri 5 minuti.

Adesso puliamo e cuociamo i finocchi; Mettete una pentola sul fuoco con abbondante acqua e lasciate che raggiunga il bollore, dopo di ché sciacquate la parte più tenera e sbollentate per un paio di minuti. Scolatelo bene, senza gettare l’acqua,

ci servirà per cuocere la pasta, lasciando intiepidire il finocchietto, strizzatelo e compattatelo e passatelo a tritarlo al coltello, tagliando ad un paio di centimetri di distanza un taglio dall’altro; quindi unitelo alla padella , aggiustate di sale e mescolate per amalgamare bene il tutto.

Lasciate cuocere per altri 5 minuti. Adesso nell’acqua messa da parte mettiamo la pasta e facciamo cuocere.

PER LA PANATURA

Nel frattempo in un’altra padella tostiamo il nostro pangrattato con un filo d’olio extra vergine e l’uva passa, mescolando spesso in un modo da non bruciarlo e quando sarà ben dorato spegnete la fiamma.

PER FINIRE..

Adesso scoliamo la pasta e uniamolo al nostro condimento di finocchietto, sarde e uvetta, impiattate e cospargete con il pangrattato tostato, servite il piatto ben caldo…buon appetito!

Senza categoria
Precedente Lo sapevi che...le uova! Successivo I cucciddata (buccellati) Storia e Ricetta