Privacy Policy Incredibile hamburger di ceci con un semplice tocco asiatico

Incredibile hamburger di ceci con un semplice tocco asiatico

Fare hamburger di ceci e zucchine fatti in casa è una faccenda complicata. Non è così semplice come formare un hamburger e lanciarlo sulla griglia; ci sono alcune cose extra che devi considerare.

Se dimentichi uno o due passaggi chiave, quell’hamburger si trasformerà in un pasticcio friabile nel momento in cui lo mordi.

Gli hamburger di verdure hanno bisogno di un robusto legante per tenere tutto insieme. Questo può essere qualsiasi cosa, dalle uova o, in questo caso, all’avena.
Gli hamburger di verdure dovrebbero essere sempre “carnosi” (nel senso non senza carne, ovviamente), non molli. il composto deve risultare umido ma mai molliccio.

Mentre il condimento è un passaggio essenziale nella preparazione di qualsiasi tipo di hamburger, è particolarmente importante per gli hamburger di verdure poiché mancano del contenuto di grassi (sapore!) Che si trova nelle loro controparti carnose. Condisci ciascuno dei componenti e la miscela di hamburger mentre lo prepari. Considera anche di assaggiarlo prima di formare le polpette per vedere se ha bisogno di ulteriore condimento. Infine, condisci ogni lato dell’hamburger appena prima della cottura.

Hamburger di ceci e zucchine – Porzioni:4

  • 4 cucchiai di yogurt greco
  • 2 cucchiai di pasta di tahini, divisa
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco, tritato
  • 1 1/2 cucchiaino di sale marino fino, diviso
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero, diviso
  • 3 cucchiai di prezzemolo italiano, tritato, diviso
  • 400 g di ceci cotti e scolati
  • 2 scalogni, tritati finemente
  • 1 spicchio d’aglio, tritato
  • 2 cucchiai di erba cipollina, tritata
  • 1/4 di cucchiaino di umin macinato
  • 2 zucchine medie, sminuzzate, rimosse dall’umidità
  • 43 g fiocchi d’avena, macinati
  • 1 cucchiaio di senape di Digione
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 4 panini per hamburger (tostati)
  • 2 ogni pomodoro, a fette
  • 1 tazza di rucola fresca
Hamburger di ceci e zucchine con salsa al limone e zenzero
  1. In una piccola ciotola di vetro, sbatti insieme yogurt, 1 cucchiaio di pasta di tahini, succo di limone, zenzero, 1/2 cucchiaino di sale, 1/4 di cucchiaino di pepe e 1 cucchiaio di prezzemolo. Controllare il condimento e aggiustare se necessario. Coprire la salsa di limone e zenzero e conservare in frigorifero per un uso successivo.
  2. In un robot da cucina con attacco per lame, aggiungi i ceci italiani Carmelina Brands®, lo scalogno, l’aglio, l’erba cipollina e il cumino. Aggiungere la restante pasta di tahini, il prezzemolo, il sale e il pepe nero. Aziona il robot da cucina 3 volte. Il composto deve essere appena amalgamato e avere una consistenza ancora grossa.
  3. Versare il composto di fagioli in una ciotola capiente e aggiungere le zucchine scolate, i fiocchi d’avena e la senape. Mescolare accuratamente per unire con le mani.
  4. Dividere la miscela di verdure in 4 porzioni uguali, circa 6 once per hamburger. Formate delle polpette.
  5. In una grande padella antiaderente, scaldare l’olio d’oliva a fuoco medio. Agitare la padella per ricoprire completamente. Aggiungere con cura gli hamburger nella padella e lasciar cuocere per 4-5 minuti per lato. Gli hamburger devono formare una bella crosticina dorata su ogni lato.
  6. Per assemblare, adagiare i panini per hamburger su un piatto attraente e spalmarli con la salsa allo zenzero e limone. Panini conditi con hamburger, pomodori a fette e rucola.

Pubblicato da thebigdreamfactory

Mi chiamo Susie Evans-Ardovini e ho creato La Grande Fabbrica dei Sogni e Pasta Nostra USA. Sono nata nel Regno Unito e sono chef e ristoratrice da oltre 30 anni. In questo periodo ho vissuto in Francia e in Italia dove ho visitato molti posti bellissimi e conosciuto tante persone meravigliose. Sono particolarmente colpito dallo stile di vita italiano e dall'approccio al cibo. Ho camminato per Roma, salito in cima al Vaticano, visto Milano, Venezia, le Cinque Terre, scalato montagne, percorso Il Sentiero degli Dei, vagato per la grande città di Napoli, vissuto sull'isola di Ponza, raccolto capperi su Pantelleria e ha raccolto un mucchio di amici, familiari e fotografie oltre a un'esperienza inestimabile, lungo la strada. Sono diventato un nuovo immigrato negli Stati Uniti il 15 dicembre 2013. Con il supporto di molti grandi amici e una passione (al limite dell'ossessione), sono qui alla ricerca del sogno americano. Spero che le mie creazioni vi piacciano e perdonate il mio italiano :)