Privacy Policy Gamberi bolliti facili

Gamberi bolliti facili

A noi piacciono i gamberi bolliti i gamberi bolliti a casa nostra, quindi è sempre utile averne alcuni già cotti, refrigerati e disponibili in frigo – in ogni momento!

Non ci sono misuri per questa ricetta, quindi sentiti libero di regolare tutto secondo i tuoi gusti.

Gamberi bolliti facili

  • Gamberi crudi e svenati. Puoi tenere le code per immergerle facilmente nella tua salsa preferita o anche lasciare il guscio. La parte più importante è rimuovere la vena e scartarla.
  • Abbastanza acqua fredda in una casseruola per coprire i gamberi di circa 5 cm o più.
  • Condire l’acqua: Ecco cosa aggiungiamo alla nostra acqua e dovrai assaggiare l’acqua perché è come fare un brodo e importa che sapore abbia.

Devi averlo ben condito:

  • Sale (o qualche volta dei capperi sotto sale)
  • Succo di limone o lime e scorza se lo avete
  • Aglio
  • Paprica
  • Cipolla (o cipolla in polvere)
  • Sedano (o sedano in polvere)

gamberi bolliti, con la coda

Preparare i gamberi.

  1. Aggiungere i gamberi in una casseruola di acqua o brodo freddo e ben condito, coprendo i gamberi di 5 cm o più.
  2. Preparare una ciotola separata di acqua ghiacciata.
  3. Iniziare a cuocere i gamberi a fuoco medio-basso, mescolando continuamente.
  4. Mentre i gamberi galleggiano, trasferiscili nella ciotola di acqua ghiacciata.
  5. Scolare, irrorare con olio d’oliva e condire prima di servire.
  6. Servire con qualche spicchio di limone o lime per guarnire e una semplice salsa. Per esempio, Marie Rose:
    1. 2 cucchiai di maionese
    2. 1 cucchiaio di ketchup

gamberi bolliti, senza coda

Pubblicato da thebigdreamfactory

Mi chiamo Susie Evans-Ardovini e ho creato La Grande Fabbrica dei Sogni e Pasta Nostra USA. Sono nata nel Regno Unito e sono chef e ristoratrice da oltre 30 anni. In questo periodo ho vissuto in Francia e in Italia dove ho visitato molti posti bellissimi e conosciuto tante persone meravigliose. Sono particolarmente colpito dallo stile di vita italiano e dall'approccio al cibo. Ho camminato per Roma, salito in cima al Vaticano, visto Milano, Venezia, le Cinque Terre, scalato montagne, percorso Il Sentiero degli Dei, vagato per la grande città di Napoli, vissuto sull'isola di Ponza, raccolto capperi su Pantelleria e ha raccolto un mucchio di amici, familiari e fotografie oltre a un'esperienza inestimabile, lungo la strada. Sono diventato un nuovo immigrato negli Stati Uniti il 15 dicembre 2013. Con il supporto di molti grandi amici e una passione (al limite dell'ossessione), sono qui alla ricerca del sogno americano. Spero che le mie creazioni vi piacciano e perdonate il mio italiano :)