Privacy Policy Antipasto di polpo Ponzese

Antipasto di polpo Ponzese

ada octopus (2)In tutta la zona del mediterraneo si trovano polpi marinati e serviti come antipasto. Adesso con questa ricetta per antipasto di polpo sara’ possibile che anche voi possiate godere della bonta’ di questo frutto marino. Come tipicamente fanno a Ponza.

Antipasto di polpo Ponzese

  • 1 grosso polpo (almeno 500 g), pulito
  • Una buona manciata di prezzemolo fresco italiano, tritato
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1/4 di tazza (60 ml) di aceto di vino bianco o succo di limone
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente
  • sale
  1. Mettere il polpo in una pentola capiente e coprire con acqua fredda.
  2. Portare ad ebollizione e cuocere a fuoco medio per un massimo di 1 ora o fino a quando non è tenero. Basta infilarlo con una forchetta e testare la sua morbidezza come si fa con le patate.
  3. Una volta cotto, spegnete il fuoco e lasciate che il polpo si raffreddi in acqua, questo e’ il secreto per avere un polpo tenero.
  4. Scolare e tagliare a pezzi di dimensioni di un boccone.
  5. Far marinare nel succo di limone con l’aglio per un massimo di 2 ore girando almeno una volta.
  6. Aggiungere il prezzemolo e l’olio d’oliva sufficiente a coprire.
  7. Quando si è pronti a servire, regolare il condimento.
  8. Servire come antipasto.

Pubblicato da thebigdreamfactory

Mi chiamo Susie Evans-Ardovini e ho creato La Grande Fabbrica dei Sogni e Pasta Nostra USA. Sono nata nel Regno Unito e sono chef e ristoratrice da oltre 30 anni. In questo periodo ho vissuto in Francia e in Italia dove ho visitato molti posti bellissimi e conosciuto tante persone meravigliose. Sono particolarmente colpito dallo stile di vita italiano e dall'approccio al cibo. Ho camminato per Roma, salito in cima al Vaticano, visto Milano, Venezia, le Cinque Terre, scalato montagne, percorso Il Sentiero degli Dei, vagato per la grande città di Napoli, vissuto sull'isola di Ponza, raccolto capperi su Pantelleria e ha raccolto un mucchio di amici, familiari e fotografie oltre a un'esperienza inestimabile, lungo la strada. Sono diventato un nuovo immigrato negli Stati Uniti il 15 dicembre 2013. Con il supporto di molti grandi amici e una passione (al limite dell'ossessione), sono qui alla ricerca del sogno americano. Spero che le mie creazioni vi piacciano e perdonate il mio italiano :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.