Crea sito

RUSTICO CON ZUCCHINE PEPERONI E MELANZANE

Rustico con zucchine peperoni e melanzane. La soddisfazione più grande, che può dare un lievitato è vedere la massa di farina, che a contatto con il lievito, l’acqua e l’olio, si moltiplica diventando un  morbido cuscino impalpabile.

La stagione calda aiuta molto il processo di lievitazione…è un vero spettacolo!

Il “problema” se così si può chiamare sta nell’accensione del forno, ma alzi la mano chi, in questo periodo non si delizia con peperoni ripieni o pomodori al riso, verdure gratinate…l’estate è una vera esplosione di colori, sapori e la fantasia viene stimolata all’infinito.

Il rustico con zucchine, peperoni e melanzane sarà sicuramente uno stuzzichino apprezzato. Accompagnato da salumi o formaggi, farà la differenza in un buffet. Non ci resta che impastare!

 

rustico
  • Preparazione: 20+ 3 ore di lievitazione Minuti
  • Cottura: 25/30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

pasta lievitata

  • 300 g Farina 00
  • 200 g farina grano duro
  • 2 cucchiaini Zucchero
  • 3 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 3 cucchiaini Sale fino
  • 250 ml acqua tiepida
  • 1 cubetto lievito di birra fresco

farcitura

  • 1 melanzana media
  • 1 zucchina media
  • 1 peperone rosso medio
  • q.b. origano
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. rustico con zucchine peperoni melanzane

Note

RUSTICO CON ZUCCHINE PEPERONI E MELANZANE

Rustico con verdure di stagione, perchè volendo potrete optare per verdure diverse da queste che ho utilizzato io.

Si parte dalla pasta lievitata, che ha bisogno di tempo per evolvere. Utilizzando la planetaria, o le mani e un piano di lavoro, mettiamo le farine mescolandole tra loro. Sciogliamo il lievito nell’acqua, leggermente tiepida e versiamola nella farina, uniamo anche l’olio e iniziamo ad impastare. Di seguito mettiamo il sale. Bisogna lavorare l’impasto fin quando non incorda, non deve appiccicarsi alle mani. Fatene una palla, che metterete in una boule, e che inciderete superficialmente a croce. Coprite e tenete lontano dagli spifferi, meglio ancora se nel forno con solo la lucina accesa. L’impasto dovrà raddoppiare il suo volume.

Nel frattempo puliamo le verdure. Tagliamo a fette zucchine e melanzane, e grigliamo tutto, anche i peperoni. Una volta grigliate le verdure, le disponiamo in un piatto condendo con sale, olio evo e origano. Lasciamo insaporire.

Prendiamo una teglia 24 apribile, ungiamola con olio evo. Stendiamo la pasta lievitata su un piano di lavoro leggermente infarinato, senza stropicciarla troppo. Aiutiamoci con un mattarello, dando una forma rettangolare e con una rotella tagliapasta, con cui otterremmo sei strisce di circa 50 cm l’una, alte 5. Su queste strisce adageremo le verdure. Potete farcirle mescolando le verdure, o ottenendo un gusto per ogni striscia. La prima striscia andrà arrotolata su se stessa e messa al centro della teglia. Poi procederemo con la seconda striscia che andrà avvolta intorno alla prima e così avanti fino alla sesta striscia. Irroriamo con un filo d’olio evo e grani di sale grosso, coprire con un panno e lasciar riposare per un’altra mezz’ora. Passato questo tempo potrete infornare e lasciar cuocere fino a quando la pasta diventerà ben dorata.

Una volta pronta, sfornate il rustico, lasciate intiepidire e togliete dallo stampo. Potrete gustarlo sia tiepido che freddo, resta soffice e morbido per un paio di giorni, tenuto in un apposito contenitore o avvolto con pellicola alimentare.

Per non perdere le mie ricette hai la possibilità di attivare le notifiche…ti aspetto!

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche su  Facebook  Pinterest  Instagram  Twitter  Tumblr

 

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 52 times, 1 visits today)

Pubblicato da sweetcandymary

Roma... la mia città natale, origini calabresi e marchigiane, sapori e profumi che mi hanno sempre accompagnato hanno forgiato il mio modo di cucinare...passione, amore golosità...un peccato non peccare! Addetta alla ristorazione con predisposizione all'assaggio esagerato...chi di forchetta ferisce di forchetta perisce ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.