Crea sito

RUSTICO CON ROSE DI CAPONATA

Rustico con rose di caponata. Stuzzicante lievitato da servire su una buona tavola imbandita. Aperitivo, buffet, come accompagnamento o semplicemente perchè è gustoso…e ci piace così. Farcito con una golosa caponata che rende questo impasto particolarmente saporito.
Son sicura che il profumo sprigionato, una volta infornato, fa trasalire i sensi e non si vede l’ora che sia pronto per addentarlo. La morbidezza e la sofficità dell’impasto, contrasta con la sottile crosticina che si crea in cottura..e l’aromatico sesamo tostato fa il resto.
Andiamo ad impastare!

rustico con rose di caponata
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il rustico

pasta lievitata
  • 150 gFarina 00
  • 150 gFarina di grano duro
  • 100 mlOlio extravergine d’oliva
  • 3 cucchiainiSale fino
  • 2 cucchiainiZucchero
  • 400 mlacqua tiepida
  • Mezza bustinaLievito di birra secco

farcitura

  • 2Peperoni
  • 1zucchina
  • 1melanzana piccola
  • 1cipolla di tropea
  • 1 cucchiaioUvetta
  • 1 cucchiaioPinoli
  • 50 mlAceto di vino bianco
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale fino

Strumenti

  • stampo per ciambella

Preparazione per il rustico

RUSTICO CON ROSE DI PEPERONATA
  1. rustico con rose di caponata

    Rustico con rose di peperonata, un lievitato, perciò ha bisogno di un tempo di riposo per crescere e svilupparsi.

    Planetaria o a mano. Miscelare la farina con il lievito e lo zucchero. Aggiungere l’olio e l’acqua leggermente tiepida. Iniziare ad impastare. Quando gli ingredienti sono abbastanza amalgamati aggiungere anche il sale. Continuare ad impastare, fin quando la massa non forma la maglia glutinica. Se lavorate a mano, l’impasto dovrà staccarsi dalle mani, e avere una consistenza elastica e vellutata. Idem se utilizzerete la planetaria con il gancio. La massa dovrà formare un’unica palla completamente staccata dalla parete.

    Una volta pronto l’impasto, incidete la superficie formando una croce, coprite e lasciate a riposare in un luogo temperato come il forno con la lucina accesa.

    L’impasto dovrà raddoppiare di volume. Abbiamo tutto il tempo necessario per preparare la caponata.

    Puliamo e laviamo le verdure. Tagliamo a listarelle i peperoni, a tocchetti le zucchine e le melanzane, affettiamo la cipolla. Mettiamo tutto in un tegame, irroriamo con l’olio, saliamo e insaporiamo con l’origano. Lasciamo appassire le verdure. Lasciamo ammorbidire l’uvetta in un poco d’acqua. Quando le verdure si saranno asciugate un pò, sfumiamo con un pochino di aceto. Infine aggiungiamo pinoli e uvetta. Lasciamo insaporire leggermente e togliamole dal fuoco.

    Il nostro impasto sarà ben lievitato, lo riprendiamo, infariniamo un piano di lavoro e adagiamo la pasta. Senza stressarla troppo, stendiamola con il mattarello. Diamole una forma rettangolare, circa 60×40. Disponiamo la caponata fredda, sulla superficie e arrotoliamo. In questo modo avremmo ottenuto un rotolo, che taglieremo a rondelle di circa 5/6 cm di spessore. Ungiamo lo stampo a ciambella con l’olio e sistemiamo tutte intorno le rose. Così sistemate dovranno riposare coperte , fin quando non rilievitano. Portiamo il forno a 200° statico, 190° ventilato e inforniamo. Il rustico di rose dovrà prendere un bel colore dorato.

    Possiamo consumarlo sia caldo che freddo.

conservazione

Il rustico con rose di caponata, una volta freddo andrà tenuto in un apposito contenitore per torte, per una paio di giorni.

dove mi trovi

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi su  Facebook  Pinterest  Instagram  Twitter  Tumblr

Per non perderle, hai la possibilità di attivare le notifiche…ti aspetto anche su Messenger

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 10 times, 1 visits today)

Pubblicato da sweetcandymary

Roma... la mia città natale, origini calabresi e marchigiane, sapori e profumi che mi hanno sempre accompagnato hanno forgiato il mio modo di cucinare...passione, amore golosità...un peccato non peccare! Addetta alla ristorazione con predisposizione all'assaggio esagerato...chi di forchetta ferisce di forchetta perisce ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.