Fusilli 5 cereali con Crema di Patate, Cannellini e Cavolo nero

Fusilli 5 cereali con Crema di Patate Cannellini e Cavolo nero. Il set pappa che abbiamo utilizzato è di lobabies.com, potete acquistarlo con il 30% di sconto grazie al nostro codice sconto svezziamoci30 💞

Sponsorizzato da lobabies.com

Fusilli 5 cereali con Crema di Patate Cannellini e Cavolo nero
  • Porzioni3 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Fusilli 5 cereali con Crema di Patate Cannellini e Cavolo nero:

Strumenti

Preparazione dei Fusilli 5 cereali con Crema di Patate Cannellini e Cavolo nero:

  1. 1️⃣ – Mettiamo a lessare le patate tagliate a pezzetti

  2. 2️⃣ – In una padella con acqua e olio facciamo cuocere per 5 minuti il cavolo nero insieme ai fagioli (questa volta abbiamo usato i Cannellini in vetro sciacquando bene dall’acqua i conservazione. Se i vostri bimbi hanno meno di 1 anno usate il passaverdura per decorticarli)

  3. 3️⃣ – A fine cottura frulliamo insieme patate, fagioli e cavolo. Noi abbiamo aggiunto anche la salvia

  4. 4️⃣ – Usiamo la crema ottenuta per condire i fusilli 5 cereali

N.B.

All’interno del nostro blog potete trovare altre ricette a base di 🥬 Cavolo nero➡️ qui ⬅️

⭐ Ricordate di offrire i formati di pasta adatti e di tagliare gli alimenti in sicurezza, in base all’età e alla capacità di masticazione del vostro bambino!

Il piatto dei piccoli sarà composto per la maggior parte da carboidrati, aggiungendo sempre olio extravergine di oliva o, in rari casi, burro, e cercando di non esagerare con fibre e proteine.

Potete facilmente trovare guide ai tagli sicuri su libri e sul web.

Noi abbiamo trovato molto utile “Lo svezzamento è vostro!” di Pediatra Carla.

Ovviamente, per preparare ricette per lo svezzamento, fate sempre riferimento al vostro pediatra di famiglia! 👪🏻

⚠️ Teniamo a specificare che non siamo nutrizionisti pediatrici, ma che Il blog di SvezziamoCi è stato creato in base alla nostra esperienza da neogenitori! Tutte le ricette per lo svezzamento sono frutto di confronti con il nostro pediatra di famiglia, una consultazione ulteriore con una nutrizionista e di numerose letture di libri sullo svezzamento e ricerche sul web.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.