Torta Cappuccino all’Olio Extra Vergine d’Oliva

Questa torta, che ovviamente, volendo può presentarsi anche sotto forma di ciambella, è una nostra rielaborazione della ben nota Moka, abbiamo però cambiato talmente tante cose che ormai l’unica in comune è il caffè. A proposito di caffè, noi utilizziamo quello che quasi ogni giorno rimane, ci ostiniamo ad usare una macchinetta da tre tazze, perché come ci viene con quella non viene con le altre, però in realtà, malgrado siamo solitamente in due o tre a berlo, non ne prendiamo mai più di una o due tazze, il resto, che sarebbe peccato buttare, va in una bottiglietta ed in freezer si conserva perfettamente, così ogni quindicina di giorni abbiamo una abbondante dose per questo dolce. Per questo la ricetta rientra tra quelle del Riciclo. Manco a dirlo anche in questa torta siamo riusciti ad ottenere risultati perfettamente equivalenti, sostituendo il classico burro con l’Olio Extra Vergine di Oliva, rientra pertanto a pieno titolo tra i Dolci con Olio EVO, con il duplice risultato di azzerare quella parte di Colesterolo e di ridurre la quantità di quei grassi a meno della metà con il naturale vantaggio di abbassare le calorie totali.

DSC_9208pf

Il tempo occorrente per questa torta è di circa mezz’ora di preparazione e cinquanta minuti di cottura in una teglia di 24cm a 180°C con forno statico, l’occorrente è il seguente:

  • 250 gr di Farina 00
  • 100 gr di Fecola di Patate
  • 80 cc di Olio Extra Vergine di Oliva
  • 200 gr di Zucchero semolato
  • 3 Uova intere
  • 75 cc di Latte Intero
  • 125 cc di Caffè forte
  • una Bustina di Lievito per Dolci
  • per la teglia una nocellina di burro ed un cucchiaio di farina
  • per la Glassa: 100 gr di zucchero, 10 gr di burro e q.b. di caffè

Montare a neve ferma gli albumi con sessanta grammi circa di zucchero. Omogeneizzare perfettamente il restante zucchero con l’olio, incorporare i tuorli uno per volta e molto bene. Allungare il composto con il latte. Miscelare in un altro recipiente farina, fecola e lievito setacciandoli per poi aggiungerli al composto miscelando e versando un po’ per volta il caffè. Alla fine incorporare gli albumi montati, miscelando dal basso in alto per incorporare aria ed ottenere un composto spumoso da versare nella teglia, già ben imburrata ed infarinata. Porre in forno al piano basso.

DSC_9156p

Per la facoltativa glassa si procede riscaldando del caffè, miscelando lo zucchero con il burro fuso per formarne una crema a cui aggiungere il caffè sufficiente a renderla maggiormente fluida per cospargere agevolmente la superficie del dolce ancora ben caldo, anche una spolverata di zucchero a velo quando sarà freddo ci starà bene.

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se è il caso, date un “Mi Piace”

Precedente Riso e Fagioli con Cicale Successivo Maccheroncini - Come li facciamo noi