Spaghetti con Fagiolini Pinti

Uno dei piatti Vegani o, almeno, Vegetariani, esistenti da sempre in Puglia, Spaghetti con Fagiolini Pinti, questo tipo di fagiolini probabilmente vi giunge nuovo, probabilmente, chiamati in altro modo, esistono anche in altri luoghi. Rappresentano certamente il meglio del meglio dei Fagiolini, sono molto scuri, Pinti sta per Tinti. In Puglia li utilizziamo per farli con la pasta anche se sicuramente si possono cucinare in tutti i modi classici. La pasta da abbinare, oltre agli onnipresenti Spaghetti, sono sicuramente le Orecchiette, siamo dei puristi e quando parliamo di orecchiette intendiamo parlare di Pasta Fresca, pertanto una pasta che richiede lavoro o una certa spesa, non è una pasta di tutti i giorni come gli spaghetti e la Pasta Secca in genere, ecco perché, volendo fare un piatto veloce, espresso ci rivolgiamo a questa. Come ho accennato in apertura la ricetta classica è sicuramente vegetariana, di origine animale prevede solo il “formaggio”, Cacioricotta o Ricotta Salata, che formaggi in senso stretto non sono, che possono essere omessi, rimanendo un buon piatto o, perché no? potremmo sostituirlo con il nostrano Formaggio dei Poveri, di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, con questo otterremmo anche un piatto adatto ad intolleranti al lattosio. Diamo ancora una possibilità, al posto dei forse introvabili Fagiolini Pinti, potrete anche usarne un altro vostrano, “vostrano” non esiste? qual’è il contrario di “nostrano”? Scegliendoli tra quelli più tenaci, i nostri lo sono, o adeguando i tempi di cottura. Come sempre l’assaggio è indispensabile.

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 Commensali
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Fagiolini Pinti (o altri) 200 g
  • Spaghetti N°5 (o Orecchiette Fresche) 100 g
  • Salsa di Pomodoro (Clicca per ns. ricetta) 200 ml
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
  • Peperoncino (Facoltativo) 1/2
  • Pepe nero (Facoltativo) q.b.
  • Sale grosso q.b.
  • Sale fino (Eventuale) q.b.

Preparazione

  1. Orecchiette Fresche con Fagiolini Pinti

    Mettere a scaldare l’Acqua per i Fagiolini e la Pasta. Una sola pentola per entrambi, non troppo abbondante per non disperdere il gusto delle verdure

  2. Mettere a scaldare a fiamma moderata l’Olio evo profondo con lo spicchio d’Aglio schiacciato appena. Non ancora l’eventuale Peperoncino, diventerebbe dominante in un piatto delicato come questo

  3. Preparare la Salsa di Pomodoro. C’è chi aprirà la bottiglia già pronta e chi , in piena estate, passerà i Pomodori sbollentati, noi facciamo così

  4. Aggiungere la Salsa di Pomodoro all’Olio con l’Aglio appena colorato, salare e Pepare o aggiungere il Peperoncino. Anche l’Aglio, come il Peperoncino, si deve sentire appena, quindi minima colorazione. Far iniziare l’ebollizione quindi mettere a fiamma bassissima

  5. Spaghetti con Fagiolini Pinti

    Spuntare e lavare i Fagiolini. Quando l’acqua bolle, buttarli e salare. In questa cottura si naviga a vista in base alla consistenza dei Fagiolini che devono solo sbollentarsi per cuocere poi con la salsa. Meglio assaggiare. I Fagiolini Pinti cuociono per 5 minuti circa dal ritorno dell’ebollizione e un quarto d’ora nella Salsa

  6. Prelevare i Fagiolini Pinti dall’Acqua e Passarli nella Salsa, si è tolto l’Aglio e alzata la fiamma per poi riabbassarla appena torna l’ebollizione. Ancora navigazione a vista in base ai Fagiolini, dovranno essere cotti prima della Pasta.

  7. Tornata l’ebollizione dell’Acqua, buttare la Pasta. Quando sarà ancora troppo al dente la scoleremo ben bene e aggiungeremo alla Salsa e Fagiolini. Basterà una bella rimestata e un minuto di cottura. Nel frattempo aggiustiamo di piccante e sale, tenendo conto del formaggio.

  8. Servire con abbondante Ricotta Salata o Cacioricotta, il nostro preferito, come detto, per il Piatto Vegano sostituirli con altrettanto saporito Formaggio dei Poveri, senza acciughe, naturalmente

Note

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Pagelli e Dentici alla Acquapazza Successivo Alici Gratinate o in Tortiera o Arraganate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.