Ravioli di Fave e Cicorie in Salsa di Peperoni

_DSC2536fDopo aver pensato e fatto Cazun d Faf’ e Foggh’, cioè Ravioli di Fave e Cicorielle, conditi con una salsa di Cipolle, trovate la ricetta cliccando qui, ispirandoci alla classica Past e Faf’, pasta e fave, abbiamo pensato di rifare questi ravioli condendoli con una salsa diversa: Ravioli di Fave e Cicorie in Salsa di Peperoni; pensando ancora una volta ad un classico abbinamento tutto pugliese, delle fave secche e decorticate di questo periodo: Fave con Cicorie, Peperoni e Olive. Non abbiamo voluto esagerare nell’innovazione, abbiamo lasciato un taglio tradizionale ai peperoni, ma è pensabile anche ad una loro crema, dando un aspetto più moderno, il procedimento sarebbe lo stesso, ci vorrebbe solo l’intervento di un frullatore ad immersione alla fine, tutto qui. Se servissero suggerimenti a tal proposito potreste trovarli nella ricetta di nostra totale elaborazione: Farfalle del 23 Luglio.
Il piatto di oggi può essere considerato di recupero, lo facciamo dopo aver fatto la classica Fave e Cicorie in quantità superiore al necessario nei giorni precedenti.

_DSC2521f

Ingredienti per quattro commensali:

Per la Sfoglia di Pasta

  • tre etti di Semola di Grano duro
  • due Uova
  • due cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva

Fave e Cicorie

  • due etti di Fave secche decorticate
  • mezzo chilo di Cicorie o Cicorielle selvatiche
  • uno spicchio d’Aglio
  • mezzo Peperoncino
  • due cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva
  • tre etti di Peperoni di vari colori

Salsa di Peperoni

  • mezzo chilo di Peperoni variopinti
  • due etti di Pomodori maturi
  • due etti di Olive Dolci
  • quattro cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva
  • tre spicchi d’Aglio
  • un Peperoncino
  • un ciuffo di Basilico

La preparazione consiste in:

  1. Facciamo la sfoglia secondo la ricetta di qui
  2. Prepariamo le Fave e Cicorie secondo la ricetta che trovate qui o riscaldiamo quelle avanzate
  3. Avviamo la salsa soffriggendo l’Aglio ed il Peperoncino, facendo seguire i Peperoni ed i Pomodori dadolati, salando e facendo cuocere dolcemente
  4. Prepariamo i ravioli nella forma che più ci piace, riempiendoli con il trito di Cicorie ripassato in Olio, Aglio e Peperoncino e rimestato con le Fave
  5. A salsa di Peperoni quasi cotta aggiungere le Olive

Approfondiamo la ricetta, entrando nei minimi particolari

Cosa dire di più? Il tipo di peperone da utilizzare non è quello che solitamente arrostiamo ma quelli che friggiamo, a punta o meno. In effetti questa ricetta è la rielaborazione di altre nelle quali penso che vi abbiamo tediato già abbastanza con le nostre pedanti raccomandazioni, utili solo a qualcuno, almeno speriamo. Aggiungiamo che è bene scolare dell’olio in eccesso le Cicorie prima di rimestarle con le Fave, un eccesso d’olio renderebbe problematica la chiusura dei ravioli. Vi suggeriamo di servire mettendo un pochino di salsa sul fondo del piatto ed il resto sopra, le paste ripiene poco si prestano ad essere rimestate per ben distribuirla._DSC2533f

Sud Italia in Cucina all’EXPO 2015

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se vi pare lasciate un “Mi Piace” – In Facebook trovate anche un nostro gruppo
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià

Siamo anche su Twitter e in Google+

INDICE FOTOGRAFICO di tutti gli articoli pubblicati

Precedente Spaghetti cu Zzifft Successivo Peperoni a Pric o Prac