Pesto alla Rucola e Mandorle

Dopo il Pesto alla Rucola e Noci dell’altro giorno questo Pesto alla Rucola e Mandorle, che possiamoPesto alla Rucola e Mandorle tranquillamente considerare una sua variante. Lo possiamo fare proprio come quello, sostituendo semplicemente le mandorle alle noci o possiamo aggiungere ancora qualcosa di diverso, per questa volta abbiamo scelto quest’altra strada ma non è detto che un’altra volta non li facciamo alla maniera dell’altro Pesto alla Rucola, dove abbiamo utilizzato una tecnica di preparazione più elaborata.

In una mezzoretta si può preparare il Pesto alla Rucola e Mandorle, bastano questi ingredienti per quattro commensali:
  • 25 o 30 Mandorle fresche o secche
  • un mazzetto di Rucola fresca
  • due o tre grossi spicchi di Aglio di stagione
  • due o tre piccoli Peperoncini Frigitelli verdi e rossi
  • Pepe Nero al mortaio
  • una presa di Sale grosso
  • una decina di cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva Pugliese
  • due o tre cucchiai di Canestrato Pecorino Pugliese o Lucano stagionato

Sinteticamente i passaggi della preparazione del Pesto alla Rucola e Mandorle sono:
  1. Mondiamo e mettiamo a bagno la Rucola
  2. Rompiamo le Mandorle e le spelliamo
  3. Tostiamo il PepeNero e lo pestiamo grossolanamente
  4. Pestiamo Aglio, Sale e Mandorle
  5. Tritiamo grossolanamente Rucola e i Peperoni verdi
  6. Aggiungiamo poco per volta al pesto la Rucola ed il Peperone dosandoli con assaggi
  7. Aggiustiamo di sale e pepiamo
  8. In fine miscelare con l’Olio ed il Formaggio grattugiato
  9. Portate alla giusta consistenza aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta
  10. Condire la Pasta appena colata, guarnendo con foglie, cime e fiori di rucola e pezzetti di Peperone Rosso e Verde

Pesto alla Rucola e Mandorle

Approfondiamo la preparazione del Pesto alla Rucola e Mandorle, entriamo nei particolari

Per l’approfondimento vale, in linea di massima il già detto della ricetta con le Noci, non è certo la sostituzione del peperoncino con il pepe tostato e i peperoni frigitelli a determinare diverse tecniche di preparazione. Solo una nota su quest’ultimi, abbiamo utilizzato quelli che somigliano a dei grandi peperoncini solitamente piccanti, quindi piuttosto piccoli rispetto ai soliti frigitelli, per questo ne abbiamo utilizzati quattro o cinque, nel caso abbiate dei normali frigitelli potrebbe bastarne uno o due, non deve diventare un pesto di peperoni. Ovvio che la presenza di questi frigitelli ne fa un piatto estivo, pertanto potremmo anche parlare di sole mandorle fresche ma, come detto, lo facciamo anche con peperoncino piccante ed allora usiamo mandorle secche che, per pelarle, teniamo una oretta in acqua.

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+

Precedente Pesto alla Rucola e Noci Successivo Baccalà mantecato come lo stoccafisso