Pasta e Patate

Pasta e Patate, cosa dire? oltre che è un piatto universale del Sud Italia, molto DSC_0979ffrequentato anche al nord, per questo ne esistono una infinità di versioni, oggi noi ne illustriamo quella che riteniamo la più semplice, solo patate, cipolla e pomodoro, poi naturalmente pasta, ne abbiamo fatto un piatto di recupero, utilizzando paste varie, rimasugli insufficienti ad essere cucinati da soli, non essendo bastanti a farne un piatto soddisfacente.

Tempi di preparazione e cottura intorno ai tre quarti d’ora, di cui solo un quarto d’ora per la preparazione ed il resto per la cottura che può essere regolata facendo più o meno piccoli i dadolini delle patate. Occorre ottimizzare i temi sapendosi organizzare, arte utilissima. Immaginiamo sempre di dover preparare per quattro commensali, ci occorrono quindi:

  • un chilogrammo circa di Patate a pasta gialla
  • un quarto di Pasta media mista con tempi di cottura sufficientemente vicini
  • una Cipolla ramata, se siamo nella stagione giusta sono ottime quelle fresche
  • un ciuffo di Basilico, se siamo nei mesi caldi, di Sedano se siamo in quelli freddi
  • qualche pomodoro fresco in estate o qualche cucchiaio di Salsa negli altri mesi, può andare benissimo anche qualche rimasuglio di Salsa di Pomodoro o Ragù
  • cinque o sei cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva, anche meno se si utilizza un rimasuglio già condito
  • quanto basta di Sale grosso e fino per eventuali correzioni
  • una modestissima spolverata di Pecorino Canestrato pugliese o lucano

Mettere innanzi tutto a bollire l’acqua della pasta, mettiamone in abbondanza ci servirà. Pulire la Cipolla, affettarla sottilmente e metterla a brasare a fiamma bassissima nell’Olio evo. Lavare, sbucciare e dadolare le Patate, lasciandole a bagno perché non anneriscano. Nel frattempo la cipolla si sarà disfatta abbastanza, anche perché l’abbiamo aiutata, aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua, alziamo la fiamma e quando l’olio sfrigola decisamente aggiungiamo le patate ben scolate e ve le rigiriamo per dare loro una legggera rosolatina superficiale. Aggiungiamo dell’acqua ben calda, prelevandola da quella della pasta, la quantità va regolata in base a quanto brodoso vogliamo il risultato finale, ad aggiungere c’è sempre tempo, ed a quanto grande abbiamo dadolato le patate, aggiungiamo anche il giusto Sale, i Pomodori dadolati o la Salsa, il Basilico o il Sedano. Bisogna attendere solo la cottura, che ci apparirà raggiunta quando gli angoli netti del taglio delle patate accennerà a smussarsi. Abbiamo finito, non ci resta che buttare la pasta quando l’acqua bolle, salarla, regolare di sale le patate, assemblare il tutto, spolverare con del Pecorino Canestrato pugliese o lucano e servire una goduriosa Pasta e Patate.

DSC_0965f

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se è il caso, date un “Mi Piace”

Siamo anche su Twitter e in Google+

INDICE FOTOGRAFICO di tutti gli articoli pubblicati

Precedente Fave Fresche con Cicorie e Cipolle bianche Successivo Macco di Fave fresche