Pasta con Totani e Sepiole al Timo

P1130989pfSpaghetti o Linguine, il dilemma solito sulla pasta più adatta ad un simile piatto ed allora chiamiamolo Pasta con Totani e Sepiole al Timo. Una veloce, gustosa e profumata salsa a base di rarissime Sepiole e comunissimi Totani, tutto più che fresco, direi vivo, adatta anche ai soli Totani, Calamari, Seppie o Polpi piccoli e Moscardini; a mali estremi, estremi rimedi, se proprio necessario si potrebbe usare anche del surgelato. Il valore aggiunto è un freschissimo Timo, proveniente dritto dritto dal nostro davanzale, altra cosa preziosa di questo piatto sono i Pomodori Regina, conservati da noi la scorsa estate, sani in barattolo grazie ad una semplice bollitura; a tempo debito ne parleremo (fatto è qui). Le Linguine sono la pasta che preferiamo con salse piuttosto fluide, “scivolenti” diceva mio padre con uno dei suoi tanti neologismi culinari, trovo che definisse molto bene quei sughetti veloci e profumati, che esaltano la loro capacità di condire, avviluppando grazie ad una risottatura abbastanza spinta della pasta, per questo, quanto mai di eccellente qualità, per resistergli, senza trasformarsi in colla.Pasta con Totani e Sepiole al Timo DSC_9356pf

E’ un tipico piatto espresso, più o meno il tempo occorrente è quello della ebollizione dell’acqua e cottura della pasta, se si esclude il tempo di pulizia dei molluschi, veramente poco, basta tirare la testa, da cui si tolgono occhi e becco, e ripulire l’interno della sacca, che va tagliata ad anelli. Non perdete tempo a spellare, strofinare ecc, ciò che viene dal mare, per sua stessa natura è ben lavato, vi pare? Il nostro consiglio è di fare queste operazioni in acqua molto fredda e salata, per non far perdere il gusto al pesce in genere, tenetene però conto in cottura, questo sale potrebbe anche bastare per la salsa.

Per la Pasta con Totani e Sepiole al Timo occorrono degli ingredienti, volendola preparare a quattro commensali:
  • mezzo chilo di Molluschi come Totani, Calamari, Sepiole, Seppie o Polpi piccoli, Moscardini
  • una decina di Pomodorini
  • due spicchi di Aglio
  • qualche gambo di Prezzemolo
  • un mazzettino di Timo fresco
  • un Peperoncino
  • otto o dieci cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva
  • tre etti e mezzo di Linguine o Spaghetti di Semola di Grano Duro
  • quanto basta di Sale grosso e fino per correzioni

Per preparare la Pasta con Totani e Sepiole al timo mettendo l’acqua a bollire, mettete anche una padella su una flebile fiammella, possibilmente, saldamente inclinata, per avere olio profondo malgrado siano solo una mezza dozzina di cucchiai, con esso l’aglio tritato ed i soli gambi del prezzemolo, appena l’aglio comincia a sfrigolare, aggiungere i molluschi, i pomodori tagliati a metà e qualche rametto di timo, spezzato come il peperoncino, che aggiungeremo solo ora e privato dei semi, servendoci di esso il profumo e solo un delicato pizzicore. Alzando la fiamma far sfrigolare ed aggiungere un pochino di acqua calda della pasta. Intanto si sarà buttata la pasta, che a mezza cottura, anche meno, va passata nell’intingolo, tornato asciutto. Rimestare a fiamma alta e risottare la pasta, ruotandola nella padella con aggiunta graduale della sua acqua. Per la salatura del tutto, tenere conto che anche quest’acqua è salata. Portare così a cottura, formando un sughetto corposo per la risottatura, che apporta amido.

Pasta con Totani e Sepiole al Timo DSC_9342pf

Impiattare guarnendo con altro timo e dando una certa armonia ai ciuffi di tentacoli, lasciati sani, ai pomodorini ed al timo, su tutto un filo d’Olio Extra Vergine di Oliva.

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Torta Mimosa dell'Otto Marzo Successivo Aringa in Insalata di Patate e Rape Rosse

2 commenti su “Pasta con Totani e Sepiole al Timo

  1. donaflor il said:

    e questi sono i piatti di mare che adoro…semplici veloci…ma soprattutto saporiti e gustosi!

    • suditaliaincucina il said:

      Molto dipende dalle materie prime, che, comunque, bisogna conoscere e saper scegliere

I commenti sono chiusi.