Pasqua in una Famiglia Pugliese

Pasqua in una Famiglia Pugliese, per essere più precisi di Taranto, dove questa Pasqua in una Famiglia Pugliesefesta è particolarmente sentita, famosi sono i suoi Riti, che cominciano dal Giovedì Santo con i fantasiosi e tanto poco tristi, anzi, tutt’altro, sepolcri, che ogni chiesa addobba con la sentita partecipazione dei fedeli. Notevoli, naturalmente, quelli del Borgo, comunemente chiamato Taranto Nuova, e quelli della Città Vecchia, Taranto Vecchia. I sepolcri vengono presidiati sempre da una coppia di Perdoni, penitenti incappucciati, che si muovono da una chiesa all’altra, con un lentissimo incedere dondolante, la Nazzicata. La sera o, meglio, la notte cominceranno le processioni con quella dell’Addolorata, esce da San Domenico nella città Vecchia, durerà fino al mattino del Venerdì, giorno in cui comincerà quella dei Misteri, questa esce dalla Chiesa del Carmine, nella Città Nuova. Entrambe sono accompagnate da schiere di Perdoni e bande musicali, che intonano marce funebri, alcune composte da maestri locali specificatamente per questi eventi. Le mirabili statue sono tutte in cartapesta di fattura napoletana settecentesca, coperte da abiti veri e ricchi, specie le due Addolorate che “gareggiano” nell’atteggiamento toccante. Due spettacoli, perché di questo si tratta, a tema religioso che vanno visti al di la della propria religiosità.

Questo è un nostro modestissimo contributo alla loro conoscenza.

Naturalmente ora parliamo di cucina, l’argomento che ci compete, se pure. Come i Riti anche i preparativi cominciano almeno dal giovedì, cominciando dai Taralli, dolci e con il pepe, sostentamento dei Perdoni.

Taralli Pasquali Dolci raffiguranti i Simboli della Passione

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Taralli Pasquali con il Pepe ottimi con Salumi e Formaggi e, sopratutto, il Vino

Pasqua in una famiglia pugliese

Taralli Pasquali Glassati soavemente all’uovo e ‘Nzuccarete, inzuccherati

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Le Scarcelle pensando a Carsunidd, cioè Pasquetta

DSC_0594p

La Pecorella Pasquale di Pasta di Mandorle, talmente bella che dispiace mangiarla

Pasqua in una Famiglia Pugliese

A Bari abbiamo adottato il Benedetto dei baresi, che ci scuseranno

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Rotolo di Pasta ricca d’Uova ripiena di Ricotta e Spinaci con Burro e Salvia

Rotolo di Ricotta e Spinaci

Risotto con Asparagi Selvatici mantecato ai Tuorli d’Uovo

Risotto con Asparagi Selvaggi

Risotto con Carciofi mantecato all’Olio Acidificato

Risotto con Carciofi

Tiella di Agnello al forno con le Patate, il classico

Pasqua in una Famiglia Pugliese

L’ Gnummaridd cu l Lampasciuni, involtini di Coratella con Lanpascioni

Pasqua in una Famiglia Pugliese

U’ Cutturidd d’Agnidd o Agnello alla Pignata

 

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Costolette di Agnello panate ai Pistacchi

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Gnummaridd cu l’Patan u furn cioè Involtini di Coratella con le Patate al forno

Pasqua in una Famiglia Pugliese

La Cassata Siciliana è il dolce che amiamo fare, la ricotta la rende pasquale

Pasqua in una Famiglia Pugliese

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Hamburger di Pesce Successivo Rotolo di Ricotta e Spinaci