Muscari o Lampascioni Stufati

Parliamo nuovamente degli splendidi Lampascioni, è la loro stagione, li faremo Stufati. Queste piccole cipolle nascono spontanei un po’ dappertutto in Italia a quote medio basse, particolarmente si trovano in praterie pietrose e calcaree. Alcuni si limitano ad ammirarne i meravigliosi fiorellini blu, noi meridionali abbiamo trovato il modo di gioire alla vista dei fiorellini, pregustando quando gusteremo i sotterranei bulbi, facendo godere il palato con tutto il resto del corpo per i notevoli benefici.

In senso orario: Lampascioni Stufati, Lampascioni in Agrodolce e Paté di Fegatini di Pollo
In senso orario: Lampascioni Stufati, Lampascioni in Agrodolce e Paté di Fegatini di Pollo

Per l’indispensabile trattamento per ridurre l’amaro dei Lampascioni prima della cottura, suggeriamo di leggere le istruzioni riportate nella ricetta di Lampascioni Fritti e guarniti con Vincotto, sarà anche l’occasione per trarre qualche ulteriore spunto su questo meraviglioso dono della natura.

Dovendo preparare i Muscari o Lampascioni Stufati come singolo contorno per quattro commensali occorre sicuramente un’ora o poco più, oltre ai seguenti ingredienti:

  • almeno un chilogrammo di Lampascioni piccolini
  • due spicchi d’Aglio
  • quattro foglie di Alloro
  • un bicchiere di Vino Rosso Pugliese
  • un Peperoncino
  • sei cucchiai di Olio evo
  • quanto basta di Sale grosso e fino

Tagliare i Lampascioni in quattro parti, metterli in una terrina o tegame a fondo spesso già con l’olio, aggiungere l’aglio a fettine, l’alloro, il peperoncino spezzato ed il sale. Soffriggere a fiamma bassa, molto dolcemente fino alla sparizione dell’acqua di vegetazione, facendo questo schiacciare moderatamente i bulbi, favorendone lo sfaldamento, se è il caso aggiungere qualche cucchiaio di acqua e di vino. Sfaldati quasi del tutto e tornati a condimento, sfumare con il vino e coprire, continuare la cottura a fuoco molto basso, di tanto in tanto rimestare e schiacciare. A fine cottura i bulbi dovranno essere quasi completamente sfogliati e tornati al solo olio, conservando la croccantezza.

Sud italia in Cucina all’EXPO 2015

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se vi pare lasciate un “Mi Piace” – In Facebook trovate anche un nostro gruppo
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià

Siamo anche su Twitter e in Google+

INDICE FOTOGRAFICO di tutti gli articoli pubblicati

Precedente Paté di Fegatini di Pollo con Ricotta Successivo Lampascioni in Agrodolce