Cime di Rapa – Pulizia

I principi comuni a tutte le pulizie delle verdure, e non solo, sono quelli di prendere il meglio, per valorizzarlo nel giusto impiego, separando le parti per destinazione di tipo o di tempi di cottura e cercando di rendere i diversi un po’ meno tali.

In senso orario, cominciando da in alto a sx: Cime con o senza Foglioline, Cimette, Foglie, Bitorzoli
In senso orario, cominciando da in alto a sx: Cime con o senza Foglioline, Cimette, Foglie, Bitorzoli

Nelle Cime di Rapa abbiamo varie parti: una Cima sul ramo principale, varie Cimette alle attaccature delle foglie, le Foglioline, le Foglie e i Bitorzoli, cioè gli steli, quello che nei vari dialetti pugliesi vengono chiamati più o meno “Ruekkl”. Le prime e le seconde, parti nobili, sono destinate a bolliture e stufature, i terzi, così ridotti, vanno bene con i primi, buoni ma non fanno una gran figura, le ultime, servono a dar supporto fisico ed un contributo di sapore e profumo da dosare, in quasi tutti i piatti, se sminuzzate e senza i rametti, hanno cotture non molto diverse ma è sempre meglio metterle prima, un consiglio, sminuzzatele, hanno tendenza ad ammapparsi, consentitemi il termine, non sarà italiano ma forse rende.

Per arrivare a ridurle così bisogna:

  • Piegare semplicemente le foglie ingiallite e maltrattate

  • Prelevare le eventuali Cimette presenti alle attaccature degli steli delle foglie al ramo centrale

  • Delle foglie buone sfilare la parte tenera dal suo stelo coriaceo

DSC_8489p

  • Spezzare lo stelo delle cime nel punto in cui si avverte che è tenero, solitamente una decina di centimetri dalla Cima

DSC_8491p

  • Prelevare la vera e propria Cima con una minima parte di stelo, due dita circa anche se con qualche fogliolina

DSC_8479p

  • Incidere a croce lo stelo per accelerarne la cottura avvicinandola a quella della Cima

DSC_8508p

  • Spellare, incidere e tagliare il restante stelo avvicinandone il tempo di cottura alle foglie.

DSC_8510p

Cliccando Cime di Rapa troverete le ricette già inserite, faremo sempre riferimento a questo articolo riportando in esse quali parti usare e come. Tante altre ricette con Cime di Rapa le troverete cliccando anche qui

Sud Italia in Cucina all’EXPO 2015

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se vi pare lasciate un “Mi Piace” – In Facebook trovate anche un nostro gruppo
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià 

Precedente Ciambella con Panna e Olio evo Successivo Orecchiette - come le facciamo noi