Carciofi alla Romana soffritti

Questa ricetta leggermente diversa da i Carciofi alla Romana cotti quasi a vapore, ha il pregio di un gusto più deciso, il Pangrattato aggiunto concentra i gusti e la, sia pur moderata, soffrittura iniziale fa il resto.

DSC_8602pf

La quantità opportuna è di un carciofo a testa se, come spesso accade, non è il solo contorno o antipasto, meglio due per un contorno o, addirittura, un primo piatto. Tempo di cottura è di una buona oretta, a cui va aggiunta una mezz’ora per la preparazione. Gli ingredienti occorrenti sono:

  • due Carciofi medi a testa, il seguito degli ingredienti è per questa quantità
  • due cucchiai circa di Pangrattato
  • mezzo spicchio d’Aglio tritatissimo o grattugiato
  • un ciuffetto di Mentuccia fresca (da non confondere con la Menta)
  • quanto basta di Pepe Nero al mulinello
  • quanto basta di Sale fino
  • due cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva

DSC_8588pf

DSC_8598p

Mondare seguendo le istruzioni qui riportate, se servissero, lasciando un pochino di gambo. Mentre i carciofi stanno nel loro bagno con il limone, condiamo il pangrattato, aggiungendo la metà dell’olio, aglio, menta e pepe. Scoliamo per bene i carciofi, li battiamo di punta per far si che sia facile aprirli, mettiamo un pizzico di sale all’interno, cercando di farlo arrivare sul fondo e li riempiamo del pane, che si è leggermente impastato. Poniamo a rosolare nel restante olio i carciofi in un tegame che abbia un coperchio dalla buona tenuta, li rosoliamo curando che non perdano eccessivo ripieno, quindi aggiungiamo un dito d’acqua con un pizzico di sale e lasciamo cuocere a fuoco lento e con coperchio in una sorta di camera di vapore, rigiriamo almeno una volta. saranno cotti quando una foglia verrà via facilmente, a questo punto, se necessario, alzare la fiamma e far scomparire l’eventuale acqua residua.

 

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se è il caso, date un “Mi Piace”

Precedente Seppia al Forno con Patate Successivo Carciofi alla Romana