Bloody Mary

Bloody Mary, tradotto Maria la Sanguinaria, la regina Maria I d’Inghilterra Mary Tudor, nota anche Bloody Marycome Maria la Cattolica, figlia di Enrico VIII e Caterina d’Aragona, sorella di quella Giovanna di Castiglia detta La Pazza. Arrivata al trono dopo svariate vicissitudini personali e dell’Inghilterra, insanguinò il regno nell’inutile tentativo di far tornare cattolica l’Inghilterra. La sua storia si intrecciò con la storia d’Europa dove, come al solito, Re e Imperatori, erano cugini, procugini, zii e nipoti, fra loro, Giovanna la Pazza era la madre di Carlo V, Imperatore del Sacro Romano Impero e nonna del giovanissimo procugino/marito di Mary, figlio di questo, diventò Re di Spagna, con il nome di Filippo II. Fece incarcerare l’incolpevole sorellastra, poi Regina Elisabetta I, l’ultima dei Tudor. Bloody Mary, desiderosa di diventare madre, ebbe due gravidanze isteriche, la seconda fatale perché alla morte si rivelò un tumore ovarico, da qui l’ingrossamento del ventre e la sospensione delle mestruazioni.

Il Bloody Mary fu creato in Gran Bretagna ma perfezionato e reso il Cocktail internazionale che è all’Harry’s Bar di New York. Ebbe questo nome truculento per il Succo di Pomodoro, principale e caratterizzante ingrediente.

Attrezzatura occorrente è un semplice Shaker, il grande bicchiere con coperchio, adatto ad agitare, Passino e Grandi Bicchieri dal nome di Tambler, bicchiere senza piede, da long drink.

Il Bicchiere di Blody Mary si fa con:
  • 1 parte di Vodka
  • 3 parti di succo di pomodoro
  • 2 spruzzi di Salsa Worcester
  • succo di 1/2 limone
  • 1 goccia di Tabasco
  • 3 cubetti di ghiaccio
  • quanto basta di sale e pepe per insaporire
Per guarnire il Blody Mary:
  • una fettina di limone, secondo gusto
  • un rametto di menta, secondo gusto
  • un gambo di sedano per decorare
Il Bloody Mary si prepara versando tutti gli ingredienti nelle giuste proporzioni in uno shaker e:
  1. Shakerare ben bene ma dolcemente tutti gli ingredienti assieme
  2. Filtrate in un tumbler grande o da vino, dovrebbe essere servito senza ghiaccio, si fa eccezione in estate

Bloody Mary

Si può anche non shakerare ma semplicemente miscelare, secondo alcuni.

Versione Light senza Vodka o con quantità inferiori.

Siamo in Facebook, cliccando qui la pagina, il gruppo molto seguito è
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià
Siamo anche su Twitter e in Google+
Precedente Tonno di Coniglio o Pollo Successivo Pasta Calamarata con Cozze Patelle