Crea sito

PIZZA DI SCAROLE e OLIVE (Ricetta Napoletana)

Sofficissima, dal Ripieno gustoso: pizza di scarole e olive, una ricetta napoletana che rappresenta una focaccia soffice dal ripieno di scarole saltate in padella con aglio, olio e olive nere. Una focaccia ripiena di verdure facilissima, a lenta lievitazione così da risultare morbida e digeribile ma con la giusta croccantezza esterna. Si gusta in tutto il periodo in cui le scarole sono di stagione ma non possono mancare a Natale o Capodanno: come cena delle feste, come “merenda” per il giorno di Natale (in vista del cenone della Vigilia) ma non solo, anche come colazione a sacco è perfetta.

L’impasto è a base di farina, lievito di birra, olio di oliva e sale fino: c’è chi aggiunge un po’ di semola rimancinata di grano duro così da conferirle un gusto più deciso. Per il ripieno la scarola viene fatta cuocere direttamente in padella con un condimento a base di olio, aglio e olive nere: da arricchire con peperoncino oppure uva sultanina e pinoli per un sapore ancora più deciso.

Dopo aver fatto lievitare la pasta, si formano due strati farciti con la verdura ancora calda: cottura classica in forno tradizionale! Una pizza di scarole che può essere gustata anche fredda, preparata in anticipo o riscaldata al momento: bastano pochi minuti in forno o microonde.

Ora non vi resta che leggere la ricetta, fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima, Ivana.

ricetta pizza di scarole e olive napoletana ricetta focaccia ripiena di verdure
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto della focaccia

  • 500 gfarina tipo 1 (o tipo 0 o 00)
  • 300 mlacqua
  • 1 cucchiaioolio di oliva
  • 2 cucchiainisale fino
  • 5 glievito di birra fresco
  • 1 pizzicozucchero

Per il Ripieno

  • 1 kgscarola
  • 150 golive nere
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.olio di oliva
  • q.b.sale fino

NOTE SULLA RICETTA

  1. Come in tutte le preparazioni lievitate, meno lievito di birra usate più la focaccia/pizza sarà digeribile. Se usate meno lievito, i tempi di lievitazione si allungano.

  2. All’impasto potete sostituire parte della farina con la semola rimacinata di grano duro, in pari quantità.

    La farina di tipo 1 può essere sostituita da farina tipo 0 o 00.

  3. ricetta pizza di scarole e olive napoletana ricetta focaccia ripiena di verdure

    La scarola non va fatta lessare, ma se ne avete già in abbondanza cotta procedete saltandola in padella come da ricetta.

PREPARAZIONE DELL’IMPASTO

  1. Preparate l’impasto: nella ciotola della planetaria unite la farina e il pizzico di zucchero.

  2. Sciogliete il lievito di birra fresco nell’acqua: dovrà essere a temperatura ambiente, non fredda e né troppo calda.

  3. Unite l’acqua con il lievito alla farina ed iniziate ad impastare con il gancio (o a mano).

  4. Aggiungete anche l’olio di oliva e impastate fino ad incordatura. Formate un panetto asciutto e compatto e mettetelo a lievitare in una ciotola coperta da pellicola.

PREPARAZIONE DEL RIPIENO

  1. Pulite la scarola eliminando le foglie più rovinate e dure. Lavatela accuratamente sotto acqua corrente e scolatela dall’acqua in eccesso.

  2. In una padella fate soffriggere l’aglio con olio di oliva. Aggiungete la scarola facendo attenzione a coprirla con un coperchio per evitare schizzi.

  3. Quando si sarà appassita, unite il sale, le olive nere e mescolate. Continuate la cottura per farla insaporire.

COME FARE LA PIZZA DI SCAROLE

  1. Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, rovesciatelo sul piano di lavoro infarinato e dividetelo in due panetti.

  2. Stendete la prima metà in uno stampo rettangolare (40×30 circa) o quadrato (30×30 circa).

  3. Aggiungete il ripieno e stendete l’altra metà di impasto avendo cura di sigillare bene i bordi. Bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta.

  4. Spennellate con olio di oliva e cospargete con sale fino.

COTTURA PIZZA DI SCAROLE

  1. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, verificando che sia perfettamente dorata anche sul fondo.

  2. Prima di tagliarla lasciarla a temperatura ambiente per 10-15 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.