Crea sito

PANPEPATO

Facilissimo e Veloce: il panpepato o pampepato è un dolce natalizio tipico della tradizionale italiana, in particolare è conteso tra le regioni Umbria e Emilia Romagna anche se è molto sentito anche nel Lazio, principalmente tra Frosinone e Roma. Non può mancare nella maggior parte delle tavolate di Natale, da servire in un buffet di dolci assieme a mustaccioli, pandoro, panettone, struffoli e al pandolce. Il panpepato fatto in casa come da tradizione è davvero semplicissimo anche se si trova, nel periodo natalizio, in tutte le pasticcerie ben confezionato e perfetto anche da regalare ad amici e parenti come regalo di Natale.

Il nome panpepato affonda le sue radici in varie interpretazioni: anticamente si chiamava pan-papato poichè era un dolce destinato ai prelati, poi modificato in pan-pepato per l’aggiunta del cioccolato che è ritenuto afrodisiaco oltre che per la presenza delle spezie.

Si tratta di un dolce di Natale a base di frutta secca come nocciole, noci, pinoli e mandorle unite in un unico impasto al cioccolato fondente e profumate da spezie come cannella e noce moscata. La forma tipica del panpepato è tonda o meglio “papalina” proprio a ricordare le sue origini ecclesiastiche, molto simile a quella di un panettone: si prepara in pochi minuti e cuoce in forno velocemente, non ha bisogno di lievitazione e richiede pochi e semplici ingredienti. Si può adattare la quantità di frutta secca usando quella che più si preferisce, allo stesso modo si può arricchire di pistacchi, arachidi, noci pecan. Nella ricetta originale del panpepato non ci sono canditi ma soltanto uvetta!

Un panpepato senza uova, senza lievito e senza burro: si può realizzare un panpepato senza glutine usando della farina gluten free e verificando che non sia contenuto anche nel cioccolato, procedendo esattamente come da ricetta.

Ora non vi resta che leggere la ricetta, fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima, Ivana.


Iscriviti al Gruppo Facebook di Studenti ai Fornelli  
Seguimi su Pinterest per trovare facilmente le ricette

panpepato ricetta pampepato originale dolce di Natale
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni16 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Con queste dosi otterrete un panpepato del diametro di 16 cm.

Panpepato o Pampepato

  • 120 gcioccolato fondente
  • 100 gmiele millefiori
  • 100 gfarina 00 (o farina senza glutine)
  • 50 ggherigli di noci
  • 50 gmandorle sgusciate (o mandorle pelate)
  • 20 gpinoli
  • 50 gnocciole tostate
  • 50 guvetta
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • 1 pizzicopepe nero
  • 1 pizziconoce moscata

Preparazione

Il panpepato è facile e veloce da preparare.

COME FARE IL PANPEPATO DI NATALE

  1. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria oppure al microonde facendo in modo che non si bruci, quindi, a bassa temperatura (100W) e ad intermittenza. Tenete da parte. Sgusciate tutta la frutta secca e mettete in ammollo l’uvetta in acqua per ammorbidirla.

  2. In una ciotola capiente mettete il cioccolato fondente e unite il miele, miscelate i due ingredienti con una spatola, eventualmente aggiungendo 1 o 2 cucchiai di acqua per rendere il composto più fluido.

  3. panpepato ricetta passo passo 2

    Aggiungete la frutta secca tagliata grossolanamente e l’uvetta ben strizzata. Mescolate bene per amalgamarli. Aggiungete le spezie: pepe, noce moscata e cannella. Poi unite la farina poco alla volta continuando a mescolare con una spatola: potrebbe non servirvi tutta la farina. Dovrete ottenere un composto denso e compatto che non scivola via.

  4. panpepato ricetta passo passo 2

    Versate il composto su un foglio di carta forno e dategli una forma tonda schiacciandola leggermente sulla superficie. Poi passate il panetto su una leccarda ricoperta di carta forno e procedete alla cottura del pampepato.

COME CUOCERE IL PANPEPATO

  1. Preriscaldate il forno a 160° in modalità ventilata oppure a 180° in modalità statica e cuocete il panpepato nel ripiano centrale per 20 minuti. Estraetelo dal forno e fatelo raffreddare bene prima di toglierlo dalla leccarda.

CONSIGLI

Il panpepato si conserva avvolto nella carta forno oppure in un foglio di pellicola per una settimana.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “PANPEPATO”

  1. Mi dispiace, ma le tue informazioni non sono esatte, e sono troppo generalizzate.
    L’origine di questo dolce è di Ferrara, veniva fatto dalle monache del monastero, ed una volta cotto veniva lasciato fuori, sul davanzale della finestra, a riposare inumidendosi dalla nebbia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.