Piadina all’olio

La Piadina all’olio è una variante della classica e buonissima piadina, in questa versione è un po’ più leggera, inoltre adatta anche a chi non consuma grassi animali.

Morbida e versatile, potete consumarla con farciture diverse, arrotolata o piegata a mezza luna, ma anche in versione croccante, facendola tostare un po’ di più.Piadina all'olio

Piadina all’olio

Ingredienti per circa 8/10 piadine

500 g di farina 00

60 g di olio d’oliva

1 cucchiaino di sale

200 g di acqua tiepida circa (volendo potete usare metà dose di acqua e metà di lette di soia)

La punta di un cucchiaino di bicarbonato (circa 2g)

Preparazione della piadina all’olio:

Mescolate la farina con il bicarbonato in una ciotola capiente.

Mescolate il sale con l’acqua, o con acqua e latte.

Aggiungete alla farina lolio e l’acqua poca alla volta, cominciate a lavorare.

Dovrete ottenere un impasto compatto , ma malleabile, un po’ come quello della pizza, ma meno morbido.

Se necessario aggiungete ancora un pochino di acqua.

Lavorate per circa 10/15 minuti, formate una palla, infarinate una ciotola appoggiateci dentro la vostra palla di impasto, coprite la ciotola con un panno umido e mettete in forno spento a riposare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, dividete l’impasto in 8 palline, che diventeranno 8 piadine di circa 24 cm di diametro.

Se volete piadine più piccole, dividete l’impasto in più parti.

Stendete ogni pallina con il matterello dandogli uno spessore di circa 1 millimetro, considerate che in cottura si gonfiano.

Se volete dei  bordi regolari e delle piadine perfettamente rotonde, potete appoggiare sui dischi di pasta un piatto e ritagliare tutto intorno con un coltellino affilato o con una rotella tagliapasta liscia, io ho preferite farle un po’ rustiche.

Scaldate una padella antiaderente  a fuoco vivace, la cottura deve essere molto veloce,.

Appoggiatevi sopra la prima piadina, bucherellatela con una forchetta, dopo 1 minuto giratela aiutandovi con un coltello largo a lama liscia.

Bucherellate anche l’altro lato, girate ancora dopo un minuto, giratela, dopo un minuto giratela ancora, la vostra prima piadina è pronta.

Il tempo di cottura può variare in base allo spessore che decidete di dare alle vostre piadine.

Se le consumate subito, farcitele e arrotolatele o piegatele, se invece le preparate in anticipo, prima di farcirle scaldatele un minuto in una padella antiaderente calda, in questo modo non si romperanno quando le piegate.

Importante:

a me le piadine piacciono sottili, per verificare ed ottenere lo spessore che gradite, vi consiglio di fare una prova.

Staccate una sola pallina dall’impasto, poi  stendetela con il matterello più o meno sottile, in ogni caso lo spessore può variare da 1 millimetro a 3 circa. Poi fate una prova di cottura come indicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.