Perditempo strisce di pasta pizza fritte

I perditempo sono semplici strisce di pasta pizza fritte, ma come spesso accade, le cose semplici sono le più buone e golose.

In alcune pizzerie napoletane vengono serviti prima della pizza, per stuzzicare ed ingannare l’attesa.

Io di solito li faccio con pasta avanzata dalla preparazione di altre tipo, soprattutto di quelle ripiene, visto che da quelle ritaglio il bordo dopo averle chiuse.

Potere servirli cosi come sono, con l’aggiunta di sale.

In base alla stagione, potete accompagnarli con pomodorini freschi conditi con olio, sale e origano, con verdure di stagione grigliate, o se volete esagerare, con salumi e formaggi.perditempo strisce di pasta pizza fritte

Perditempo strisce di pasta pizza fritte

Ingredienti per un bel vassoio di perditempo:

  • 125 g di farina 00
  • 125 g di farina 0
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato per la lievitazione veloce, 1/2 cucchiaino o meno per quella lenta
  • 1 cucchiaino raso  di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 125-150 ml di acqua circa
  • abbondante olio di semi di arachidi per la fritturaperditempo strisce di pizza fritte

Preparazione:

Cominciate a preparare la pasta per pizza come indicato QUI.

Fatela riposare e aspettate che lieviti, il tempo di lievitazione dipendera’ da quanto lievito avete deciso di usare.

Ovviamente, potete usare anche della pasta per pizza gia’ pronta, ma farla in casa da piu’ soddisfazione 😉

Quando la pasta sara’ ben lievitata, infarinate un piano di lavoro, appoggiateci sopra l’impasto.

Stendetela con le mani, con delicatezza usando i polpastrelli, se lo trovate difficile, potete usare un matterello.

Preparate un vassoio grande infarinato.

Tagliate lelle strisce dalla pasta pizza di circa 1 cm di larghezza, decidete voi la lunghezza, io le taglio con le forbici da cucina.

Sistemate le strisce nel vassoi o infarinato, non sovrapponetele altrimenti si attaccano.

Preparare un altro vassoi coperto da carta assorbente da cucina.

Mettete circa un litro di olio un una pentola stretta e a bordi alti, o in una padella antiaderente a bordi alti.

Accendete la fiamma, ma non tenetela al massimo, per controllare che l’olio abbia raggiunto la temperatura giusta, immergeteci uno stecchino di legno, se si formano delle bollicine intorno è pronto.

La cottura dei perditempo e’ abbastanza veloce, quindi per evitate che si brucino, vi consiglio di cuocerne pochi per volta.

Mettete 4 o 5 strisce in olio caldo, rigiratele per farle dorare uniformemente, scolatele con un mestolo forato e appoggiatele nel vassoio con la carta.

Serviteli caldi o tiepidi, aggiungete sale se gradito.

Anche se vi sembrano tanti, non temete, non dureranno.

Nel caso in cui dovessero avanzare, sono buoni anche riscaldati, o anche con la nutella.strisce di pizza fritte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.