Zuppa d’orzo

La ricetta della zuppa d’orzo è un must dalle mie parti. Si inizia a preparare a inizio novembre per la ricorrenza dei Santi, fino a fine inverno. La zuppa d’orzo, è la minestra contadina per eccellenza della pianura padana. Tempo fa, per i contadini costituiva il piatto unico sia a pranzo sia a cena, ora invece è una sorta della riscoperta delle origini ed è apprezzata da tutti. L’aggiunta delle puntine di maiale oltre a dar sapore alla zuppa, ricorda il tempo dell’uccisione del maiale, per l’insaccatura dei salami, che iniziava a inizio novembre e finiva a gennaio. Nelle famiglie contadine la zuppa d’orzo era preparata proprio in occasione del rituale dell’uccisione del maiale e i vari scarti tipo ossa, piedini, erano utilizzati per insaporire la zuppa d’orzo. Ed ora bando alle ciance e andiamo in cucina a cucinare la zuppa d’orzo.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 125 g di orzo perlato
  • 2 grosse carote
  • 2 coste di sedano
  • 4 patate medie
  • mezzo cavolo verza
  • 300 g di puntune o costine di maiale
  • 1 dado per brodo
  • q.b. di sale

Preparazione

  1. Per preparare la zuppa d’orzo per prima cosa si inizia a pulire le verdure.

    Pelare, lavare e tagliare le patate le carote e le coste di sedano a dadini, lavare e tagliare a listarelle la verza, mettere tutta la verdura in pentola a pressione da 5 litri versare l’orzo precedentemente lavato, le puntine di maiale, un pizzico di sale, il dado per brodo e acqua a sufficienza per coprire le verdure più due dita.

    Chiudere la pentola portare a ebollizione, quando inizia a fischiare abbassare la fiamma e cuocere per 20 minuti.

    Quindi spegnere attendere che sia scaricato tutto il vapore, aprire la pentola e servire la vostra zuppa caldissima.

Note

Se desiderate una zuppa d’orzo più leggera potete sostituire le puntine di maiale con un giro di olio extra vergine d’oliva.

Se non volete usare la pentola a pressione, potete farla nella pentola con lo stesso procedimento, quando inizia a bollire abbassare la fiamma a farla cuocere per almeno 60 minuti.

Se la zuppa d’orzo vi è piaciuta potete seguire Stegnat de Polenta anche su Facebook

Precedente Menù di Natale Successivo Ossobuco con polenta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.