Crea sito

Viennese Christmas Bread


Viennese Christmas bread è un pane dolce che si prepara in Austria a Natale.  Io, che sono da sempre alla ricerca delle ricette natalizie da ogni dove, appena l’ho vista dalla Cuochina, non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di prepararlo. Il Viennese Christmas bread è un pane dolce ricco di sapori come i mirtilli rossi disidratati, zenzero, cardamomo, noce moscata, arancia candita che rendono il Viennese Christmas bread un pane adatto per la prima colazione e la merenda e perché no anche a fine pasto gustato con il caffè. La preparazione del Viennese Christmas bread è un poco laboriosa, per via dei molti ingredienti che necessitano di essere dosati con attenzione al grammo, per esaltare al massimo il mix di spezie e sapori; e per via della lunga lievitazione, ma nessuna paura con un po’ di pazienza il risultato e la bontà sono garantiti. Lo prepariamo insieme?

  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni12 porzioni
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 30 gdi mirtilli disidratati
  • 20 mldi rum

lievitino

  • 4 gdi lievito di birra secco
  • 50 gdi acqua tiepida
  • 4 gdi zenzero in polvere
  • 5 gdi zucchero

Impasto

  • 50 mldi latte intero tiepido
  • 50 mldi succo di arancia tiepido
  • 50 gdi zucchero
  • 1tuorlo d’uovo a temperatura ambiente leggermente sbattuto
  • 25 gdi arancia candita tagliata a cubetti
  • 300 gdi farina debole
  • 1 cucchiainodi sale
  • 1/4 cucchiainodi noce moscata
  • 1/2 cucchiainodi cardamomo in polvere
  • 60 gdi burro morbido non salato

Per spennellare

  • Mezzotuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaiodi acqua

Glassa

  • 30 gdi zucchero a velo
  • cucchiainidi panna da montare

Guarnizione

  • 20 gGranella di mandorle

Strumenti

  • 3 Tazze da caffelatte
  • 1 Ciotola
  • 1 Leccarda
  • Carta forno
  • Forchetta
  • Cucchiaio

Preparazione


  1. Iniziamo a preparare il Viennese Christmas bread mettendo i mirtilli rossi nel rum coprire con pellicola trasparente e lasciate riposare i mirtilli nel rum per circa un’ora Mettere da parte.

Lievitino

  1. In una tazza da caffelatte mettere lievito secco unire l’acqua, lo zenzero, lo zucchero, mescolare e mettere da parte per 15~20 minuti circa, deve raddoppiare

Procedimento

  1. In una capace ciotola unire il latte, il succo d’arancia, lo zucchero, la vaniglia, il tuorlo, l’arancia candita frullata, i mirtilli rossi con il rum, il lievitino e mescolare.

    In un contenitore mescolare 50 g di farina, il sale, la noce moscata, il cardamomo, il burro fuso ed aggiungerli alla miscela col lievitino mescolando.

    Quindi aggiungere la farina rimanente e, impastare delicatamente per formando un impasto morbido e facile da maneggiare.

    Sarà appiccicoso ma non si attacca alle dita.

    Impastare a mano  per circa 10 minuti.

    L’impasto sarà elastico ma sarà leggermente appiccicoso al tatto.

    Metterlo in una ciotola appena unta, capovolgerlo per ungere la parte superiore dell’impasto e coprire con pellicola per alimenti ed un canovaccio pulito.

    Mettere a lievitare, in un luogo riparato da spifferi, per circa 3 ore, io di solito lo metto nel forno spento, deve raddoppiare.

    Trasferirlo sul piano lavoro leggermente infarinato, quindi fare una piega a libro, coprire e lasciare riposare per 5 minuti circa. Dividere l’impasto in 9 pezzi uguali (70 g circa) per formare la treccia. Allungare ciascun pezzo di impasto ad una lunghezza di circa 20 cm.

Formare la treccia

  1. Iniziare da destra

    1 sopra 4,          2 prima sotto 3 e poi sopra 1

    4 sopra 2,          3 prima sotto 1 e poi sopra 4

    2 sopra 3,          1 prima sotto 4 e poi sopra 2

    3 sopra 1,          4 prima sotto 2 e poi sopra 3

    1 sopra 4,          2 prima sotto 3 e poi sopra 1

    4 sopra 2,          3 prima sotto 1 e poi sopra 4

    2 sopra 3,          1 prima sotto 4 e poi sopra 2

    3 sopra 1,          4 prima sotto 2 e poi sopra 3

    Ripetere dall’inizio

    Mettere la treccia a quattro capi su una teglia ricoperta da carta forno. Con la mano a taglio, fare un leggero incavo al centro della treccia. Questo aiuta a mantenere ferma la treccia a tre capi che verrà appoggiata sopra.

    Proseguire con la treccia a tre capi: – è più facile se si inizia ad intrecciarli dal centro e si continua nella stessa direzione, poi si riprende dal centro e si continua nell’altra direzione.

    Prendere i tre capi successivi e intrecciali, iniziando dal centro e continuare nella stessa direzione, poi riprendere dal centro e continuare nell’altra direzione. Ma si può intrecciare anche nel modo più consono.

    Posizionare la treccia a tre capi sopra la treccia a quattro capi e premere delicatamente. Ora, fare un altro incavo nel mezzo della seconda treccia.

    Prendere i restanti due capi ed attorcigliarli l’uno attorno all’altro. Posizionare quest’ultima treccia sopra la treccia a tre e premere delicatamente.

    Portare le due estremità dell’ultima treccia sotto la base a destra ed a sinistra della pagnotta.

    (Dato che durante la lievitazione le trecce tendono a spostarsi, sarebbe opportuno infilzare le tre trecce in alcuni punti con degli stecchini di legno per bloccarle, da togliere appena possibile).

Seconda lievitazione

  1. Mettere la treccia sulla leccarda del forno coperta da carta forno. Coprire la pagnotta con un canovaccio pulito. Lasciar lievitare in un luogo riparato da spifferi, per 3~4 ore, deve raddoppiare.

Cottura del pane

  1. Preriscaldare il forno a 180°C.

    Mentre il forno si preriscalda, spennellare la pagnotta con il mezzo tuorlo d’uovo misto all’acqua.

    Diminuire la temperatura a 170°C e cuocere per 35~40 minuti, o fino a quando la pagnotta diventa dorata come una brioche (attenzione a non farla scurire). Trasferire su una griglia a raffreddare.

Glassa

  1. Con una piccola frusta sbattere insieme lo zucchero a velo, la panna da montare per ottenere una glassa liscia e che coli.

    Distribuire la glassa sulla parte superiore del pane, mentre è ancora caldo, quindi cospargere la frutta secca tritata.

Note

  1. Si ringrazia la Cuochina di Quanti Modi di Fare e Rifare per la ricetta e per la foto di spiegazione della formatura della treccia. La versione della Cuochina qui

    Noi lo abbiamo gustato dopo pranzo e a colazione del giorno dopo, ed era ancora morbido.

    Se il Viennese Christmas bread vi e piaciuto potete seguire anche Stegnat de Polenta su Facebook.

    Per tornare alla home qui

/ 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.