Caronsei o casoncelli per Quanti Modi di Fare e Rifare

Oggi le cucine dei quanti sono alle prese con una ricetta favolosa e delle feste; che è gentilmente regalata da Nadia del blog Lievitati e altro di Nadia
Comunque sia, la ricetta in questione oso definirla nazionalpopolare per la mia provincia che è Bergamo. Infatti, non c’è festa popolare che questo piatto non sia presente tra i numerosi primi che sono presenti nei menù, naturalmente condito con burro versato aromatizzato con salvia e pancetta. Per onore della cronaca esiste anche una ricetta depositata alla camera di commercio con il disciplinare che stabilisce i vari ingredienti. Comunque ogni famiglia custodisce gelosamente la propria ricetta che è tramandata di madre in figlia. Anch’io l’ho rifatta come è in uso nella mia famiglia da ormai due generazioni e di carne mentre per la variate con verdure vi rimando alla ricetta originale.

SAMSUNG CAMERA PICTURESINGREDIENTI:
ripieno per 6 persone:
400 gr di carne di maiale in un sol pezzo
200 gr di salsiccia di maiale
150 gr di mortadella
1 uovo
100 gr di grana grattugiato
6 amaretti sbriciolati
1 bicchiere di vino
1 costa di sedano
1 carota piccola
1 cipolla
1 spicchio di aglio
olio evo
sale q.b. e se piace saporita

PROCEDIMENTO:
In un tegame scaldare un filo di olio e lo spicchio di aglio e la cipolla tagliata sottile. Aggiungere la carne, la salsiccia con le verdure e farle colorire, quindi sfumare con il bicchiere di vino bianco, far ridurre il vino a fuoco basso per circa trenta minuti, spegnere il fuoco e far raffreddare. Quanto è freddo macinare sia la carne che le verdure e porle in una ciotola. Aggiungere la mortadella tritata, gli amaretti, il formaggio e l’uovo, regolare di sale e insaporire con un pizzico di saporita. Quindi mescolare con cura e far riposare il ripieno almeno un oretta, ma se lo fate il giorno prima è meglio.
Ora possiamo fare la pasta con:
600 gr di farina
6 uova
un pizzico di sale e un cucchiaio di olio.
Sulla spianatoia versare a fontana la farina rompere in mezzo le uova, mettere il pizzico di sale e l’olio quindi impastare finché non si sia formata una palla morbida e liscia, coprire con un canovaccio e far riposare per almeno 30 minuti.
Quindi tirare la pasta allo spessore che più vi piace, in questa operazione io ho usato nonna papera, tagliare con uno stampino rotondo o con il bordo di un bicchiere un cerchio di 7 cm di diametro porre in centro una pallina di ripieno e chiudere a mezza luna sigillando con i rebbi della forchetta.
Cuocere i casoncelli in abbondante acqua salata e condire con del burro fuso aromatizzato con salvia e abbondante formaggio grattugiato.

SAMSUNG CAMERA PICTURESQuesta è la ricetta della mia famiglia, è una variate alla ricetta tipica di Bergamo che nel ripieno prevede anche la pera spadona e uvetta. Noi siamo soliti cucinarla nei giorni di festa è un poco laboriosa ma  buona ed ora appuntamento a mese prossimo con la ricetta TORTA DI MIELE E FRUTTA SECCA di Donatella menu Donatella Torta di mieleDimenticavo la ricetta di oggi partecipa alla raccolta QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

definitivoPICCOLOAppuntamento dunque al 14 dicembre e buona domenica a tutti!

Precedente Riso con bocconcini di pollo al curry Successivo Ciambellone di Natale

5 commenti su “Caronsei o casoncelli per Quanti Modi di Fare e Rifare

  1. Buona giornata carissima Luisa,
    che sia serena, soleggiata dopo tanta pioggia…ricca di avvenimenti e di incontri positivi! Come quello che ci fa ritrovare tutti insieme nella bella ed armoniosa cucina di Quanti modi di fare e rifare a preparare, mese dopo mese, succulenti manicaretti!
    Anna e Ornella ringraziano di cuore per la tua bellissima versione dei Caronsei e ti aspettano il 14 dicembre per fare La torta di miele e frutta secca di Donatella!

    Un abbraccio
    Cuochina

  2. ciao Luis@,
    sai che al primo passaggio non abbiamo trovato i tuoi
    caronsei e siamo tornate ….sono bellissimi!
    Una delizia il ripieno con gli amaretti….a noi piacciono molto.
    COMPLIMENTI e un bacio dalle 4 apine

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.