Mini ciambelline demodè con giulebbe per Quanti Modi di Fare e Rifare

Eccomi per il mio personalissimo secondo appuntamento con  la cucina dei “Quanti modi di fare e rifare”. Per la ricetta di oggi siamo stati ospitati  nella cucina di Emanuela del blog Pane, burro e alici”. Queste particolari ciambelline sono dei dolcetti tipici  che una volta venivano serviti nel buffet familiari delle cerimonie. Ho seguito la sua ricetta per filo e per segno realizzandola con dosi inferiori e con una piccola modifica dettata  dalla necessità non avendo in casa uova di dimensioni normali. La ricetta di Emanuela la trovate qui

 

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

Ingredienti:

  • Per l’impasto
    2 uova grandi + un poco di acqua q.b.
    30 gr di burro
    300 gr di farina 00

    Per il giulebbe
    200gr di acqua
    200 gr di zucchero
    la buccia di 3 limoni grattugiata

    Procedimento:
    Su di una spianatoia impastiamo molto bene 
    tutti gli ingredienti indicati. Ricaviamo dei filoncini come se dovessimo fare gli gnocchi  e diamo forma alle ciambelline. Le lessiamo in acqua bollente: aspettiamo circa 5 minuti da quando l’acqua riprende il bollore prima di scolarle. Possiamo lessarne un po’ alla volta  per evitare che la temperatura dell’acqua scenda troppo e impieghi tempo prima di ribollire. Mentre svolgiamo questa operazione le prime ciambelline  che avremo tolto dall’acqua le metteremo in una ciotola, tranquillamente le une sulle altre, coperte da un panno per evitare che si formi la crosticina. Quando avremo finito di lessare disporremo le ciambelline in un solo strato su una placca da forno e le cuoceremo per 35 minuti a 180° ventilato. Devono avere un colorito dorato.

Prepariamo il giulebbe.

Facciamo bollire l’acqua con lo zucchero:  lo sciroppo deve ridursi di almeno la metà, è pronto quando fila ed ha assunto un colore dorato, ma non è ancora caramello. A questo punto possiamo procedere con l’ultimo passaggio: mettiamo sul fuoco una teglia (tipo quelle da forno in alluminio che possono andare anche sulla fiamma) a fuoco moderato, vi disponiamo parte delle ciambelline, diciamo un terzo, con un paio di mestoli di sciroppo di acqua e zucchero e un terzo della buccia del limone. Le rimestiamo (non preoccupatevi, non si rompono!) con due cucchiai di legno fino a che il giulebbe  e il limone avranno aderito alle ciambelline. Procediamo allo stesso modo fino ad esaurimento.  Le disponiamo man mano su una spianatoia  di legno per farle raffreddare.

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

Concordo con Emanuela  sono facilissime da fare. Ho aggiunto un poco di acqua perché avendo in casa uova  di dimensioni grandi metterne tre sarebbero stati troppi. Sono talmente buone che sono andare a ruba, anche se sarebbe meglio mangiarle il giorno dopo. Riposando guadagnano nei sapori; quelle poche avanzate il giorno dopo erano migliori si sentiva meglio il profumo del limone.

 

Ed ora al prossimo appuntamento il 6 settembre  che sarà nella cucina di Vittoria  del blog “Semplice Semplicecon la Focaccia della sciùra Maria

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

Precedente Peperoni alla micò Successivo La focaccia dolce della sciura Maria per Quanti Modi di Fare e Rifare

19 commenti su “Mini ciambelline demodè con giulebbe per Quanti Modi di Fare e Rifare

  1. Ciao Luisa, queste ciambelline sono davvero molto invitanti, mi salvo la ricetta e li proverò appena diminuisce questo caldo 😉
    Bacioni e buona settimana!

  2. Bellissime il tuo giulebbe è favoloso, a me la versione con il mirtillo non è venuto un gran bene ..dovevo asciugarlo di più sul fuoco a causa del succo… complimenti!!!

  3. mamma mia oggi vedo queste deliziose ciambelline dappertutto, vien voglia di rubarle dal monitor!!!!!!
    Deliziosissime!
    Un abbraccio carissima!

  4. Che meraviglia anche la tua versione Luisa!! Le ho fatte già due volte e sono proprio buonissime!
    Ti auguro una bellissima estate, appuntamento a settembre, un abbraccio

  5. artù il said:

    Concordo, quelle che sono riuscita ad avanzare erano ancor più buone assaggiandole il giorno successivo, forse il giulebbe e il limone si “attaccano” meglio alla ciambellina!

    buona estate, se non ci si legge prima!

  6. Anche le tue sono bellissime. Le mie erano così poche che le ho dovute rifare per poterle assaggiare anch’io 😀
    Il prossimo appuntamento è il 6 settembre non il 9
    Buone vacanze

  7. Che invitante profumo si sprigiona stamattina nelle cucine delle amiche Cuochine!
    Ma sono le ciambelline demodè con giulebbe!! Una versione più bella e golosa dell’altra, complimenti e grazie di cuore per aver sfidato anche il “terribile Caronte” per realizzarle!
    Luisa, ti auguro di trascorrere una splendida estate, rilassante, divertente e serena.. e appuntamento a settembre nelle nostre cucine aperte!!
    Un abbraccio
    Cuochina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.