Pasta alla Norma per Quanti Modi di Fare e Rifare

Pasta alla norma è la ricetta del mese che la Cuochina ha scelto per l’allegra brigata de Quanti Modi di Fare e Rifare. E’ un primo piatto della buonissima cucina siciliana e affonda le sue radici nella città di Catania. La storia dice che questo nome le sia stato dato dal   compositore, sceneggiatore e poeta catanese Nino Martoglio (1870 – 1921), dopo averla assaggiata, colpito dalla sua straordinaria bontà, l’abbia definita una “Norma”, paragonandola all’eccellente opera lirica del compositore (sempre catanese) Vincenzo Bellini. La pasta alla norma è un piatto semplice ma per essere buono bisogna rispettare alcune semplici tegole ma fondamentali, la prima è la pasta che deve essere del tipo corto meglio se maccheroni. La seconda le melanzane devono essere fritte con olio d’oliva e la terza il formaggio che essere ricotta di pecora salata e stagionata. Ma bando alle ciance e passiamo alla ricetta.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 2 melanzane medie
  • 1 spicchio d’aglio
  • 400 g di polpa di pomodori
  • 320 g di maccheroni
  • q.b. di sale grosso
  • 4 foglie di basilico
  • q.b. di olio evo per friggere le melanzane
  • q.b. di sale e pepe
  • q.b. di ricotta salta di pecora

Preparazione

  1. Lavare e tagliare a fette le melanzane, salarle con il sale grosso e metterlo nello scolapasta per una mezzoretta.

    Trascorso il tempo lavare e asciugare le melanzane,  friggerle in abbondante olio evo e farle scolare dell’olio in eccesso su un scolapasta.

    Nel frattempo preparare il sugo, far soffriggere in un tegame l’aglio in un filo d’olio, aggiungere i pomodori il sale e pepe, un po’ di basilico e far cuocere per una quindicina di minuti.

    Intanto tagliare a listarelle le fette di melanzane.

    Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, quando e cotta versala nella padella del sugo unire le melanzane e una generosa grattugiata di ricotta salata, quindi servire.

  2. Questa ricetta partecipa alla raccolta della Cuochina de Quanti Modi di Fare e Rifare.

    Appuntamento a mese prossimo con la ricetta Fregola con le arselle

     

Note

La pasta alla norma si può fare anche con gli spaghetti ma se usate una pasta corta è più buona.

Mi raccomando usate solo ricotta salata di pecora, con altri formaggi non sarà cosi buona.

Le melanzane devo essere rigorosamente fritte, se le mettete nel sugo non è la pasta alla norma.

Precedente Club sandwich Successivo Pollo in umido

4 commenti su “Pasta alla Norma per Quanti Modi di Fare e Rifare

  1. Buongiorno carissima Luisa!

    Incredibile come vada sparato quest’anno, vero? Siamo già a giugno! Chissà chi è il/la fortunato/a che è già in vacanza!

    Ma noi, in allegra compagnia, ci divertiamo con il meraviglioso Menù 2018 con tanti primi della cucina italiana, ricco di bellissime ricette, da realizzare tutti insieme. Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per essere stata dei nostri oggi e per la tua golosissima versione della Pasta a la Norma.

    Il prossimo appuntamento con la cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà l’8 luglio, saremo in Sardegna per preparare la Fregola con le arselle. Ti aspettiamo!

    Cuochina

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.